Civitavecchia – 50enne rumeno annegato, denunciato titolare stabilimento

Stabilimento posto sotto sequestro dai carabinieri. L’accusa per il titolare è di omicidio colposo

ROMA – Omicidio colposo. Per questa ipotesi di reato i carabinieri della stazione Civitavecchia Principale hanno denunciato l’amministratore unico dello stabilimento balneare di Lungomare Garibaldi, dove un 50enne rumeno è morto annegato.

L’uomo è accusato di non aver predisposto il servizio di salvataggio. Infatti, quando il 50enne si è sentito male in acqua non era presente il bagnino.

Lo stabilimento è stato sottoposto a sequestro. Il rumeno, dopo essere stato soccorso, era stato portato all’ospedale di Civitavecchia dove è deceduto.

One Reply to “Civitavecchia – 50enne rumeno annegato, denunciato titolare stabilimento”

  1. Sempre “dopo” Nessuno ha mai vigilato. Prima si fanno i permessi poi si fanno gli altri passi. Se era scritto prima di rilasciare la licenza non sarebbe stato meglio? Ma già, se non si vigila è meglio, tanto chi controllali controllore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *