Multe selvagge sul viadotto dell’aeroporto di Fiumicino, Codici in azione per tutelare i cittadini

Diminuito improvvisamente il limite di velocità, raffica di sanzioni

ROMA – L’associazione Codici ha attivato il suo ufficio legale per fornire assistenza ai cittadini multati dall’autovelox posizionato sul viadotto dell’aeroporto di Fiumicino. Siamo alle porte di Roma, in una zona ad alta percorrenza, un tratto di competenza di Anas dove recentemente il limite di velocità è stato ridotto da 60 a 50 km/h.

“Ci troviamo di fronte ad una situazione profondamente ingiusta – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici –, perché non è possibile accanirsi in questo modo sui cittadini. Una modifica del genere avrebbe necessitato di una campagna informativa importante, perché parliamo di persone che quotidianamente percorrono quel tratto di strada e quindi, per abitudine, non fanno caso alla segnaletica, che, per così dire, ormai fa parte del paesaggio. E infatti il risultato è che le multe fioccano, perché in pochi si sono accorti del nuovo limite. Ci sono persone che hanno ricevuto diverse sanzioni, in alcuni casi anche più di 10, e non è poco, considerando che parliamo di una media di 60 euro a sanzione, con picchi di centinaia di euro, senza dimenticare poi i punti tolti sulla patente e la sospensione della stessa. Da quanto abbiamo appreso, ci sarebbe anche un rimpallo di competenze, con il Comune di Fiumicino che in sostanza alza le mani sottolineando che il tratto in questione è di competenza dell’Anas. Quel che è certo è che il problema c’è ed è notevole. I multati non sono solo quelli che si recano all’aeroporto per un viaggio, ma sono anche e soprattutto quelli che per motivi di lavoro si ritrovano a transitare almeno due volte al giorno su quel tratto di strada. È chiaro che non si può andare avanti così. È necessario un intervento per risolvere la questione e nel frattempo, visto che le multe fioccano, si potrebbe spegnere l’autovelox. Sarebbe un primo passo importante, un segnale di apertura verso i cittadini, che, dal canto nostro, siamo pronti a tutelare”.

Codici è pronta a fornire assistenza legale a chi ha ricevuto una multa per il superamento del limite di velocità sul viadotto dell’aeroporto di Fiumicino. È possibile mettersi in contatto con l’associazione telefonando al numero 06.55.71.996 oppure scrivendo all’indirizzo email segreteria.sportello@codici.org.

2 Replies to “Multe selvagge sul viadotto dell’aeroporto di Fiumicino, Codici in azione per tutelare i cittadini

  1. Credo che si stia rasentando il ridicolo vessare in questo modo chi va a lavorare io sono un tassista quindi dal 1977 e in 43 anni avrò preso 3 multe nel giro di un mese 6 sul suddetto maledetto viadotto

  2. Come mai non sono state neanche istallate le bandelle che quando una macchina passa sopra fanno vibrare ed emettere rumore in modo che gli automobilisti possano accorgersi in anticipo di dover rientrare entro il limite di velocità imposto?

    Ho percorso la cosiddetta “telesina” per 30 anni. Limiti di velocità negli ultimi anni avevano raggiunto i 30km/h ed ovviamente non potevano mancare i numerosi autovelox lungo tutto il tratto di circa 120km. Mai preso una multa.
    L’autovelox di fiumicino altezza via del Prete Carlo me ne ha emesse 14 e non so se ne arriveranno altre.
    Non passerò mai più da Fiumicino. Ho rifiutato del lavoro pur di non ritornare in quel comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *