Codici: lettere di recupero per il ticket sanitario, panico tra i cittadini

L’ associazione è a disposizione per verificare la legittimità delle richieste

ROMA – Una lettera firmata dalla Regione Lazio e dalla Asl di riferimento sta gettando nel panico tante persone. Si tratta di una comunicazione inviata con raccomandata A/R relativa al recupero dei ticket sanitari non corrisposti per errate o inappropriate attestazioni di esenzione per reddito, relative alle prestazioni specialistiche e farmaceutiche degli anni 2011-2018. Una raffica di avvisi, su cui l’associazione Codici ha deciso di intervenire per fornire chiarimenti ai cittadini ed assistenza nel caso dovessero esserci i presupposti per presentare opposizione.

“Stiamo ricevendo tante segnalazioni – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici –, ci stanno contattando cittadini preoccupati da queste lettere, che sinceramente arrivano in un momento a dir poco inopportuno. Stiamo attraversando un’emergenza drammatica, con tutte le difficoltà sanitarie ed economiche che ormai ben conosciamo: era proprio il caso di inviare ora queste comunicazioni? La Regione Lazio ha diramato una nota con cui spiega che la lettera ricevuta ha lo scopo di interrompere i termini di prescrizione, cioè i termini entro cui la Asl può procedere alla richiesta degli importi da recuperare, ma allora perché non allegare questo avviso? Perché in tanti non sanno come procedere, tra l’altro di fronte a richieste di pagamento che arrivano anche ad alcune centinaia di euro. Fatta questa riflessione, è bene precisare che i cittadini al momento non devono eseguire pagamenti. Attenzione, però, perché al termine dello stato di emergenza pandemico, come precisato dalla Regione, sarà inviata un’ulteriore comunicazione con le modalità di pagamento. Quindi il nostro consiglio è quello di verificare comunque subito la propria posizione, in modo da essere pronti per presentare eventuali opposizioni. Dal canto nostro, abbiamo attivato i nostri Sportelli per fornire ai cittadini tutti i chiarimenti necessari su queste comunicazioni“.

Gli Sportelli dell’associazione sono a disposizione per fornire assistenza sulle lettere spedite dalla Regione Lazio in merito ai ticket sanitari, al fine di chiarire le singole posizioni e preparare le eventuali opposizioni. I cittadini interessati possono inviare per e-mail all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org una copia della comunicazione, con l’associazione che provvederà con i propri esperti alle verifiche del caso. Per maggiori informazioni e chiarimenti è possibile telefonare al numero 06.55.71.996.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *