Viterbo: fucili, pistole, coltelli e baionette nell’armadio del figlio di 9 anni. A processo uomo di Capranica

VITERBO – Nascondeva armi illegali nell’armadio della camera da letto del figlio di 9 anni. E’ entrato nel vivo il processo a un uomo residente a Capranica, al quale il 29 novembre del 2019 i carabinieri requisirono un vero e proprio arsenale.

A raccontare la vicenda in aula, davanti al collegio presieduto dal giudice Elisabetta Massini, un maresciallo dell’Arma che partecipò alle indagini. 

“Da fonti confidenziali venimmo a sapere del rapporto conflittuale che intercorreva tra l’imputato, a noi già noto, e la proprietaria della casa in cui l’uomo viveva, alla quale doveva diverse mensilità di affitto – ha raccontato il carabiniere -. 

In seguito, approfondendo la questione, scoprimmo che l’uomo aveva fatto intendere alla signora che possedeva delle armi, determinando in lei una certa preoccupazione. Così organizzammo un servizio di controllo il 26 novembre e fermammo l’imputato mentre era alla guida della sua auto. Contestualmente procedemmo alla perquisizione del veicolo il cui esito fu però negativo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *