Coperture per piscina di design: il fascino senza tempo dello stile Made in Italy

Il Made in Italy è da sempre il simbolo di un modello progettuale che racchiude design, rigore e qualità.

Da diverso tempo, questo particolare tratto identitario espande la sua influenza anche al settore architettonico, offrendo un nuovo codice espressivo a tutti quegli elementi strutturali che arredano gli esterni.

Protagoniste di questo concept anche le coperture per piscina, oggi sempre più spesso influenzate, sia nella loro forma sia nella loro resa estetica, dai canoni progettuali del Made in Italy.

Coperture per piscine eleganti grazie al design Made in Italy

Le coperture per piscina dallo stile italiano si distinguono soprattutto per la loro leggerezza. La realizzazione di queste strutture prevede infatti l’utilizzo di materiali trasparenti, che lasciano intravedere il delicato riverbero del sole sulle acque, valorizzando gli scorci paesaggistici senza appesantire il panorama.

La trasparenza, infatti, esalta le linee leggere della struttura e assicura una perfetta integrazione della piscina nell’ambiente, facendo sì che la copertura possa offrire una protezione completa, con una nota di delicata eleganza.

Ad assicurare il meglio in fatto di leggerezza senza compromessi sulle performance è per esempio Abritaly.eu, oggi protagonista a livello globale nel settore delle coperture per piscine grazie a più di 40 modelli aderenti ai canoni estetici del Made in Italy. Le proposte di Abritaly sono progettate per assicurare una perfetta sintonia tra l’eccellenza del design italiano e l’identità dei luoghi di destinazione, e si avvalgono di materiali high tech per fare spazio a quello stile tipicamente italiano che punta ad affiancare estetica e innovazione.

Proprio per questo, ad avere un ruolo di primo piano nei progetti di coperture per piscine Made in Italy sono soprattutto materiali come il policarbonato alveolare e il Cristal, due soluzioni dall’alto valore estetico e dalle elevate performance a livello strutturale.

Tali rivestimenti, naturalmente, hanno la particolarità di lasciare sempre la piscina a vista, offrendo al contempo una protezione ottimale sia dallo sporco trascinato dal vento, sia dai raggi UV responsabili dello sviluppo di alghe.

Coperture per piscina: lo stile italiano che punta alla solidità

Anche la robustezza è uno dei parametri che permette alle coperture per piscina Made in Italy di distinguersi per il loro valore progettuale.

Il merito va soprattutto alla volontà di realizzare tali strutture adoperando materiali solidi e versatili come l’alluminio, che dà vita a telai estremamente leggeri, ma dall’assetto robusto, resi ancor più resistenti dalla presenza di piastre di collegamento in acciaio inox.

Naturalmente, tra i materiali adoperati per questo genere di progetti si distingue anche il legno, che con il suo charme permette di ottenere coperture per piscine semplici ed essenziali, ma allo stesso tempo aderenti ai più importanti canoni di design contemporaneo.

Il legno, da sempre adoperato nell’edilizia per il suo carattere resistente e flessibile, offre inoltre ampie possibilità di personalizzazione, permettendo di edificare strutture estremamente solide, anche nei loro assetti più complessi.

Coperture per piscina Made in Italy: gli aspetti funzionali

Quando si parla di Made in Italy ci si riferisce soprattutto a quel modello progettuale che punta all’eccellenza, senza mai tralasciare l’aspetto funzionale.

Proprio per questo, le coperture per piscina dal design italiano oltre a essere sempre realizzate in base al concept architettonico dei luoghi e alla forma della piscina da coprire, tengono conto di tutti quegli aspetti che, in fase di impiego, possono rendere la copertura facilmente fruibile agli utilizzatori.

Nascono così coperture per piscina che si distendono e richiudo facilmente a mano o con l’azione di un semplice meccanismo motorizzato, modelli che prevedono moduli impilabili o una pratica apertura a sollevamento laterale.

Per quanto riguarda il comfort, spazio invece alle copertura medie, alte e semi alte, che oltre alla possibilità di inserire, in fase di progetto, porte di ingresso frontali o laterali – eventualmente in aggiunta a piacevoli zone relax a bordo piscina – offrono un adeguato spazio interno per adoperare la vasca anche da distese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.