Acquapendente – “Laboratorio Europa”, chiesta l’apertura di uno sportello alla Regione Lazio

ACQUAPENDENTE – Riceviamo e pubblichiamo: Il Comune di Acquapendente ha inoltrato ufficialmente alla Regione Lazio il progetto “Laboratorio Europa” per la richiesta di contributo economico a sostegno di iniziative per la promozione delle Politiche europee, della cittadinanza e dell’integrazione europea, da realizzarsi tra il 6 Marzo ed il 15 Maggio 2022.

“E nostra volontà”, annuncia la Sindaca Dottoressa Alessandra Terrosi nella mattinata in cui per la giornata della Memoria il cittadino Averino Sbarrini ha raccontato presso il Teatro Boni agli studenti dell’Istituto Omnicomprensivo Leonardo da Vinci l’orrore nazista in chiave aquesiana (si allega fotografia), “proporre iniziative per la promozione della conoscenza dei valori comuni europei, dei diritti e delle libertà fondamentali per accrescere la comprensione da parte delle giovani generazioni dei valori fondanti dell’Unione europea, della tutela e dell’ampliamento dei loro diritti, così da rafforzare la partecipazione responsabile alla vita della società.

Verremmo affiancati dal mondo Associazionistico aquesiano nella promozione dei benefici derivanti dalla cittadinanza europea al fine di conseguire una migliore comprensione dell’Unione, della sua storia, del suo patrimonio culturale e della sua diversità. Ma andremo molte oltre. Perché nel riscoprire la memoria europea sugli eventi analizzeremo personaggi storici che hanno caratterizzato il percorso di integrazione europea. In particolare, il significato del Manifesto di Ventotene nello sviluppo dell’azione europea. In modo da diffondere informazioni sulle Istituzioni europee e il loro funzionamento per agevolare la partecipazione nella vita democratica dell’Unione europea e lo sviluppo delle competenze civiche. Promozione e sensibilizzazione quindi.

Nel cogliere le opportunità che l’Unione europea offre attraverso i programmi europei per studio, formazione e mobilità al fine di accrescere la conoscenza e agevolare la partecipazione”.

La realizzazione dell’iniziativa sarà curata dal Comune di Acquapendente, che sarà responsabile per il coordinamento delle azioni progettuali e della realizzazione dell’evento finale, supervisionerà il lavoro di formazione svolto dai tutor e si occuperà degli adempimenti amministrativi necessari.

I momenti di formazione verranno curati da esperti e dai formatori delle associazioni Orchidea, per l’inclusione dei ragazzi con bisogni speciali, e Teatro Boni, che saranno impiegati anche nell’organizzazione delle attività laboratoriali.

Le attività di formazione con i ragazzi si svolgeranno presso i locali scolastici e presso gli spazi del Teatro Boni. Le fasi attivate saranno quelle indicate al punto 2d “Cronoprogramma”. Il progetto seguirà delle fasi operative diversificate per fascia d’età e si concluderà con la realizzazione di un evento finale di presentazione delle attività svolte e dei prodotti realizzati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.