Nepi – Blanco, la cugina Luana: “E’ sempre stato un ragazzo alternativo ma molto profondo”

La giovane star presto in zona per riabbracciare la zia

NEPI – “Fin da piccolo era iperattivo. Nel senso buono del termine, non stava mai fermo, faceva scherzi, versacci, smorfie ed era sempre indaffarato”. E’ la nepesina Luana, cugina della nuova star di Sanremo, Blanco, all’ anagrafe Riccardo Fabbriconi, ha raccontarci qualcosa di lui e del suo legame con la Tuscia, dove vive un pezzo della famiglia Fabbriconi.
“Siamo legatissimi, Gianni, il padre di Blanco, è il cugino di mio padre. Tutti i Natali ci riuniamo qui a Nepi, dove è nato e ha vissuto nonno Checchino e dove ancora oggi vive la zia di Riccardo. Poi, come tutte le famiglie, anche durante l’ anno, covid permettendo, dalla zona del bresciano, dove vivono, vengono a trovarci.”
Come è nata nel giovane la passione per la musica?
Non è nata, ma è esplosa, basti pensare che ha iniziato da circa due anni con i suoi primi pezzi su youtube ed oggi è in vetta a tutte le classifiche. Ad avvicinarlo alla musica, e soprattutto italiana, sono stati proprio i genitori. Quando era piccolo, ascoltavano i grandi cantautori: Morandi, Mina, Battisti, Dalla, sono stati il sottofondo della sua infanzia, e lui li adorava. Basta vedere come al Festival fosse in venerazione per Morandi. La tromba è uno strumento che lo ha appassionato, insieme ad altri amici si ritrovava per suonare”.

E proprio alla famiglia ha dedicato la vittoria del 72esimo Festival di Sanremo, correndo a baciare la mamma subito dopo la proclamazione…
E’ cresciuto in una famiglia molto unita e piena di valori, che trasuda amore da tutti i pori. Blanco ha due sorelle ed un fratello, sono molto affiatati, ha ereditato tutta la dolcezza che gli hanno trasmesso, insieme alla “pazzia” di zio Gianni, che è sempre stato il giocherellone di casa. Con lui, ogni volta che ci ritroviamo per i pranzi di famiglia è uno spasso. E da chi poteva aver preso Blanco? Pur essendo frenetico è però anche molto riflessivo, c’è molta profondità dietro il burlone che appare”.
Insomma tutto è andato molto veloce, ti ha confidato se si aspettava di vincere?
No, e ci ha messo anche un bel po’ a realizzarlo, infatti mi ha detto di non aver avuto una reazione esplosiva proprio perché incredulo.
Anche la collaborazione con Mahmood è quindi una novità…
E’ vero, però pur essendosi conosciuti da poco è nato un bel legame, si stimano molto.

Camice semitrasparenti tempestate di pizzi e trine, completo cut-out azzurro cielo. Combinazioni eccentriche ma mai esasperate che sono piaciute al pubblico
E’ questo il genere della giovane star?
E’ sempre stato stiloso, ama vestirsi in maniera alternativa, mai look formali. Sì lui è così.

Quindi a casa tua, a Nepi, dovrà venire prima o poi. Sei riuscita a chiederglielo?
Verrà per salutare mia madre che per problemi di salute è immobilizzata al letto.
Lei è la sua prima fan e lui ha promesso di “venire ad abbracciare zia”.

Benedetta Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *