Orii del Lazio, sul podio le imprese di Sabina e Tuscia

Trionfano i produttori di Canino ma ottimo piazzamento per gli oli extravergine dell’Alto Lazio in occasione della premiazione del Concorso regionale, 4 aziende viterbesi finaliste nazionali all’Ercole Olivario

ROMA – Ottimo piazzamento degli oli extravergine della Sabina e della Tuscia in occasione della cerimonia ufficiale di premiazione dei vincitori di “Orii del Lazio – Capolavori del gusto”, XXIX Concorso regionale per i migliori oli extravergine di oliva del Lazio, che si è svolta oggi a Roma, nella Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma.

Un concorso promosso ed organizzato come ogni anno da Unioncamere Lazio, con il supporto della segreteria tecnica di Agro Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma per la promozione dei prodotti agricoli e la collaborazione delle Camere di Commercio della regione tra cui quella di Rieti-Viterbo. La selezione si conferma come una importante certezza per le imprese facendo registrare la partecipazione di 43 aziende per un totale di 50 etichette.

Una vera e propria “pioggia” di premi per le imprese della province di Rieti e Viterbo, che salgono ben 13 volte sul podio nell’ambito del concorso regionale.

Per quanto riguarda il Canino Dop, primo e secondo posto della categoria “fruttato intenso” rispettivamente per l’Azienda agricola Etruscan Kantharos di Gelsomini Flavia di Canino con l'”Olio Evo Dop Canino” e per l’Oleificio Sociale Cooperativo di Canino Società Coop. Agricola con l’etichetta “Canino Dop”, mentre il podio del “fruttato medio” è  conquistato dall’Olivicola di Canino Società Agricola Cooperativa arl (primo posto con il “Canino Dop”) e dall’Azienda agricola Mazzi Mirella di Ischia di Castro (secondo posto con “Oleum Aeternum Dop Canino Bio). Per la seconda Dop viterbese, la “Tuscia Dop”, primo posto per la categoria “fruttato intenso” per la Società Agricola Sciuga ss di Montefiascone con “Il Molino Tuscia Dop” e primo posto per il “fruttato medio” alla Soc. Agricola Colli Etruschi Soc. Coop. Di Blera con l’olio “EVO”.

Anche per l’Olio di Roma IGP l’Alto Lazio ottiene riconoscimenti: il Frantoio Tuscus di Giampaolo Sodano e C. s.a.s. di Vetralla (VT) si piazza infatti al secondo posto della categoria “fruttato leggero”  con il suo “Olio di Roma Igp”.
Quasi tutti nella Sabina reatina i premi ottenuti nell’ambito della “Sabina Dop”: l’Azienda agricola F.lli Rosati Ermanno e Francesco di Fara in Sabina con l’olio “Colle dei Frati” consegue il secondo posto nell’ambito della categoria “fruttato medio”, mentre il podio del “fruttato leggero” è tutto reatino, con il primo premio conquistato dall’Azienda agricola Fagiolo di L.&A. Soc. semplice con il “Cru di Cures” di Fara in Sabina, ed il secondo da Camilla Petrucci, sempre di Fara in Sabina, con il suo “Olio Petrucci”.

Per la sezione “Extra vergine” il Frantoio Archibusacci dal 1888 srl si piazza al secondo posto della categoria “fruttato leggero” con “E.V.O. 130.3 Limited Edition”, mentre 2 imprese viterbesi conquistano altrettanti premi speciali: la Soc. Agricola Sciuga ss di Montefiascone con “Il Molino Tuscia DOP” porta a casa il “Premio Tonino Zelinotti” per la migliore confezione (premio nato con l’obiettivo di evidenziare le caratteristiche che una bottiglia e soprattutto una etichetta devono avere non solo sotto il profilo squisitamente estetico ma anche in termini di completezza e trasparenza delle informazioni riportate) e l’Azienda agricola Etruscan Kantharos di Gelsomini Flavia di Canino il premio “Giovane imprenditore”.

Infine sono 4 le etichette della Tuscia che approderanno alla selezione finale dell’Ercole Olivario insieme alle altre 12 della regione:  il “Caninese Monocultivar” del Frantoio Cioccolini srl di Vignanello per l’Extra vergine, mentre per la Dop parteciperanno “Olio Evo Dop Canino” dell’Azienda agricola Etruscan Kantharos di Gelsomini Flavia, il “Canino Dop” dell’Olivicola di Canino soc. agricola cooperativa arl e “EVO” della Società agricola Colli Etruschi soc.coop. di Blera.

“Sono entusiasta ed orgoglioso per i fantastici risultati ottenuti nell’ambito di un concorso che rappresenta un’occasione importante per far conoscere ai consumatori il livello qualitativo del nostro olio – dichiara il presidente della Camera di Commercio di Rieti-Viterbo, Domenico Merlani – con l’auspicio che possa servire da viatico per superare le enormi difficoltà che in questo momento stanno attraversando le nostre imprese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *