Benzina “allungata” con l’acqua, sequestrato un distributore: bloccati 18mila litri

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza, hanno sequestrato a Colceresa un distributore di carburante stradale perché vendeva carburante annacquato: bloccati anche 18milaitri di prodotto.

Le Fiamme Gialle bassanesi hanno eseguito accertamenti per verificare la composizione degli idrocarburi e le quantità di erogazione: è emerso che all’interno delle cisterne di gasolio e benzina vi era una rilevante presenza di acqua, oltre il limite consentito dalla normativa, che, mischiata al carburante, veniva erogata durante i normali rifornimenti di ignari clienti. Accertata l’irregolarità, è immediatamente scattato il sequestro probatorio di 3 cisterne della capacità, rispettivamente, di 7.420 litri (contenente 7.240 litri di diesel), di 10.292 litri (5.613 litri di diesel) e di 10.292 litri (4.679 litri di benzina), per un totale di circa 18 mila litri di carburante miscelato con acqua, 2 colonnine di erogazione carburante, 4 pistole erogatrici e 1 cassa automatica.

Il legale rappresentante della S.r.l., gestore dell’impianto di distribuzione di carburante (composto da 3 serbatoi interrati, 2 colonnine di erogazione carburante, con complessive 4 pistole erogatrici e 1 cassa automatica), è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Vicenza per il reato di frode in commercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *