Ater, parte il piano di efficientamento energetico: stanziati i primi 52 milioni

Già pubblicato il bando. I primi interventi sono stati previsti su 1200 alloggi

ROMA – Cappotti termici, impianti fotovoltaici, sostituzione di infissi. Ater Roma ha deciso di avviare un piano di interventi per l’efficientamento energetico, usufruendo delle agevolazioni fiscale previste nel “decreto Rilancio”.

Il bando di gara per i primi interventi, coperti con uno stanziamento di circa 52 milioni di euro, è già stato pubblicato. Si tratta di una prima tranche destinata ad investire 1200 alloggi dell’azienda territoriale di edilizia residenziale, da Casal Monastero a Corviale, passando per Spinaceto, San Saba e decine di altri quartieri.

I benefici

Da alcuni studi sugli effetti della riqualificazione energetica si stima che l’impatto degli interventi sugli edifici Ater, oltre ad un risparmio annuo di circa 2,5 milioni di euro di spese di gestione, porterà sul fronte energetico anche a una riduzione annuale di circa 15 milioni di Kw/h consumate e la conseguente diminuzione di circa 3,5 milioni di kg di CO2 emessi. Infine si calcola un incremento del 30% del valore dell’immobile.

Il patrimonio di Ater

Ater di Roma è la seconda più grande azienda europea di edilizia residenziale pubblica con un patrimonio di 48mila alloggi e 3.600 locali commerciali per una popolazione interessata di circa 150mila residenti. La prima fase del piano, come detto, va a coprire i primi 1200 suddividendoli in 6 lotti, in modo da coprire tutti i quadranti in cui l’Ater e presente. Ma il valore complessivo degli interventi è stimato in oltre 300 milioni di euro.

“Stiamo mantenendo anche questo impegno: é stata bandita la prima gara e nei prossimi mesi apriremo il più grande cantiere in Italia per la ristrutturazione e l’efficientamento energetico del patrimonio di edilizia residenziale pubblica nella città di Roma. Negli ultimi anni  – ha spiegato Massimiliano Valeriani, assesssore alle politiche abitative della regione Lazio -l’amministrazione Zingaretti ha investito circa un miliardo di euro per la realizzazione e la riqualificazione degli alloggi Ater con l’obiettivo di migliorare il decoro urbano e la qualità della vita nelle periferie romane”.

I 6 lotti con i quartieri interessati dai lavori

1)    Boccea-Collina delle Muse, Cesano, Farnesina, Flaminio, Lucchina, Pineto – Valle Aurelia, Primavalle, Primavalle Ovest, Prima Porta, Tomba di Nerone.

2) Bufalotta-Cecchina, Cinquina, Castel Giubileo, Montesacro II, Montesacro VI – Valmelaina II, Tufello I, Tufello II, Tufello III, Tufello IV, Tufello V, Tufello VI, Talenti, Valmelaina II, Vigne Nuove, Serpentara I, Serpentara II.

3)    Casal Bruciato, Parco Tiburtino, Pietralata, Pietralata II, Pietralata III, Ponte Mammolo, Rebibbia, San Basilio, Settecamini, Tiburtini I, Tiburtino Nord, Tiburtino III, Casal Monastero.

4)    Borgo Lancellotti, Casale Caletto, Casilino II, Cinecittà Quadraro, Esquilino, Barcaccia, La Rustica, Lunghezzina, Rocca Fiorita, San Vittorio Romano, Tor Bella Monaca, Tor de Schiavi, Tor Sapienza, Tor Vergata, Torre Gaia, Torre Maura.

5)    Acilia, Garbatella I. Garbatella II, Garbatella III, Garbatella IV. Garbatella V, Grottaperfetta, Laurentino, Ostia Lido, Ostia Scavi, Palocco Bis, Settechiese I, Spinaceto, Tor Marancia, Ponte di Nona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.