Viterbo – Contro il sistema e lobby dell’informazione, Chiara Frontini non teme confronti

 

VITERBO – “Non parleremo degli altri, lasciamo che siano gli altri a parlare di noi. Sempre a sproposito probabilmente perché non hanno argomenti migliori per poter uscire sulla stampa“. Queste le dichiarazioni a caldo di Chiara Frontini in apertura di campagna elettorale in riferimento agli attacchi mediatici cominciati con l’adesione della lista di Vittorio Sgarbi alla sua candidatura a sindaco della città di Viterbo.

Prima erano tutti con lei perché non c’erano competitor forti, soprattutto dal punto di vista economico. Adesso invece, soprattutto i soldi per le campagne pubblicitarie mirate, hanno fatto cambiare strategia ai “comunicatori di massa”.

Una crociata, una lapidazione mediatica senza precedenti, che significa solo una cosa: paura, e tanta” prosegue Frontini.

Viterbo ci vuole bene, fatevene una ragione: perché non abbiamo fondato il nostro consenso sui rapporti di forza, ma sulla forza dei rapporti“.

Ed è per questo che la sera del 9 giugno alle ore 21, giorno di chiusura della campagna elettorale, Chiara sarà “A tu per tu con la città“.

Dimostriamo cosa significa quando i viterbesi scendono in piazza per difendere ed affermare un’idea”.

Capacità propagandistica? Slogan elettorali? Vedremo se gli avversari riusciranno a fermare “il vento della ragione“, di certo non fermeranno le vibrazioni sempre più forti che questo movimento e voglia di rinnovamento stanno portando.

Il “guru”  che prima osannava matrimoni ed iniziative politiche oggi ha cambiato idea. Visto che la storia è ciclica e si ripete e vista la fine che hanno fatto i candidati da questo sostenuti è meglio così per Chiara e il suo Patto con la città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *