Castiglione della Pescaia – Biennale dello scarto: inaugurata l’opera “Il viandante San Guglielmo” all’eremo di Malavalle

CASTIGLION DELLA PESCAIA È stata inaugurata venerdì pomeriggio l’opera “Il viandante San Guglielmo”, all’eremo di Malavalle, nel comune di Castiglione della Pescaia, alla presenza dell’artista Rodolfo Lacquaniti, insieme all’assessore al Turismo, Susanna LorenziniOlivia Bruschettini, storica dell’arte e Fabiola Favilli, guida turistica e ambientale escursionistica.

La Biennale dello Scarto di Rodolfo Lacquaniti con questa nuova installazione fa tappa in un luogo mistico e ricco di spiritualità per rendere omaggio al santo patrono di Castiglione della Pescaia, vero viaggiatore dei boschi.

Le opere della Biennale dello Scarto, nel comune di Castiglione della Pescaia, rimarranno in esposizione, nello splendido contesto ambientale in cui sono state collocate, per tutto il 2022.

 “Coniugare l’arte con l’ambiente e la storia è il modo più elevato e completo per valorizzare il territorio. – afferma l’assessore Susanna Lorenzini – Per questo siamo particolarmente felici ed orgogliosi di accogliere la Biennale dello Scarto, come omaggio dell’artista Rodolfo Lacquaniti ai luoghi simbolo di Castiglione della Pescaia e ai suoi personaggi”.

“L’inaugurazione dell’opera di Rodolfo Lacquaniti è una preziosa occasione per tornare in contatto con il Santo di Castiglione, il suo bosco, la sua spiritualità. – commenta Fabiola Favilli, guida turistica e ambientale escursionistica –Non si è mai interrotto l’intimo legame con il Santo: ogni anno le processioni e le passeggiate rinnovano il patto di affetto. Tornare all’Eremo per ammirare un’opera d’arte significa offrire a San Guglielmo e ad ognuno di noi bellezza, natura ed una scintilla di luce.”

Tutte le opere della Biennale dello Scarto sono realizzate con materiale riciclato. L’installazione il Viandante San Guglielmo è composta da scarti di sportelli in ferro, una finestra di ferro, vari tipi di manufatti agricoli, testa di scheletro in materiale plastico, chiodi da falegname, incudine da calzolaio.

“L’opera di Lacquaniti – afferma Olivia Bruschettini, storica dell’arte – ci mostra un San Guglielmo trionfante, con le braccia rivolte verso l’altro, che ha abbandonato la sua precedente vita di guerriero combattente, per abbracciare il cristianesimo.”

I prossimi eventi della Biennale dello Scarto a Grosseto e Castiglione della Pescaia:

–       Dal 5 agosto al 4 settembre, a Grosseto, alle Casette cinquecentesche, si terrà la mostra Angeli e Demoni costituita da sculture di angeli e demoni di The Garbage Revolution e una serie di quadri, video e fotografie. A cura di Rodolfo Lacquaniti e Mauro Papa.

–       6 agosto, ore 18.30 agli scavi di Vetulonia – inaugurazione opera Il fiore della vita

–       Dal 3 al 7 agosto la Biennale dello Scarto sarà presente anche a Festambiente con l’opera Homo Sapiens.

–       17 settembre, ore 18, palazzo Centurioni Castiglione della Pescaia, inaugurazione progetto Donne.

–        Seconda metà di settembre in piazza Solti, a Castiglione della Pescaia, conferenza sul turismo sostenibile.

In contemporanea alla Biennale dello Scarto è possibile visitare il Giardino Viaggio di Ritorno: https://viaggiodiritorno.it/contatti-e-prenotazioni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *