Montefiascone – Sul canile comunale offese e accuse alla sindaca Giulia De Santis

La prima cittadina passerà alle vie legali

VITERBO – La Giunta Comunale di Montefiascone ribatte all’incessante “polverone mediatico” sollevato sul canile comunale: “Lo hanno definito come un lager”, sottolinea la sindaca Giulia De Santis, “E a seguito di questa falsa rappresentazione della realtà sono arrivate al protocollo del Comune lettere e comunicazioni offensive e dirette contro di me. Essendo lesive sul lavoro della Giunta che rappresento mi riservo di aderire alle vie legali. Il cane fotografato e fatto circolare sul web era già stato visitato dai veterinari ed era in cura e poi adottato in data 15 Giugno. Tutta la documentazione agli atti. Insieme alla vice sindaca, all’Ufficio Tecnico, alla Polizia Locale ed alle Guardie Zoofile abbiamo effettuato un sopralluogo. Al termine della ispezione si è constatata la necessità di rifare la fognatura. Immediatamente effettuata manutenzione e realizzata area sgambamento”.  Attacca la vice Rosita Cicoria “Polemica sterile che diventa strumentalizzazione politica. A fomentarla via social l’opposizione che dichiara il falso.  Il fotografo di turno ha immortalato solo i cani malati e non quelli in salute. Lavori fatti a regola d’arte. La rete di sgambamento è stata posizionata a 50 cm da terra per evitare la fuga dei cani”. Sugli attacchi alla consigliera Alessandra Roscani , Cicoria sottolinea, “come referente di Giunta non ha mai negato che ci fossero dei problemi ma si stava agendo per risolverli. E così è stato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.