Tarquinia – La Tuscia nel piatto: i premiati di Divin Mangiando

La gara gastronomica inserita nel Divino Etrusco è ideata dalla food blogger Vittoria Tassoni, ambasciatrice dei sapori locali

Tarquinia – Non solo vino,  anche quest’anno DiVino Etrusco ha ospitato la gara gastronomica  DiVin Mangiando ideata dalla food blogger e Cuoca dell’Alleanza Slow Food, Vittoria Tassoni, ambasciatrice dei prodotti delle Tuscia per passione.

Ben sei sfidanti, cuochi non professionisti, ma amanti della cucina,  si sono incontrati tra i fornelli e con i prodotti messi loro a disposizione da aziende locali e scelti dalla Tassoni,  hanno dovuto realizzare un piatto a loro piacimento. Tra gli ingredienti oltre a carne, verdura e pesce, i più ricercati: polvere di lamponi, aceto di kiwi, farina di aca,  miele e sciroppo di rose, di aziende locali.

                                    Dall’Ucraina, Nina Molokovych e Diana Yermolenko, nonna e nipote che hanno realizzato due piatti del loro Paese: i Varenyki e la torta Medovik, reinterpretati con i prodotti della Tuscia, così come ha fatto  la colombiana Maria Rojas, a cui è tanto mancato il peperoncino (non previsto tra gli ingredienti) per completare la sua (comunque) squisita ricetta, cioè, pollo tinto e patate ripiene di carne macinata e uovo. Tra gli altri partecipanti, da Roma, Candida De Amicis, curatrice del blog “mmm buonissimo” con i suoi ravioli di patate ripieni di pecorino con matriciana all’aceto di kiwi,  da Tolfa Giuseppe Rutigliano, con una cucina sempre aperta ad ospitare amici a cui far assaggiare le sue creazioni, che per l’occasione ha gareggiato con spaghetti al sapore di mare, cozze, vongole accompagnati da bisque di gamberi. E a km zero, cioè da Tarquinia, Simona Blasi, con tagliatelle fatte a mano in crema di melanzane, guanciale croccante e scaglie di pecorino.

In giuria: lo chef Salvo Cravero, l’agronoma e idrosommelier Maria Laura Nespica, l’avvocato Paolo Pirani, il giornalista del Gambero Rosso Stefano Polacchi. e la curatrice della rubrica Food news di Etruria news, Benedetta Ferrari, che ha anche presentato la serata di premiazione nella splendida chiesa di San Pancrazio.

 

La sfida tra novelli chef si è svolta la mattina e si è chiusa la sera, nella suggestiva cornice dell’auditorium San Pancrazio dove si sono tenuti  premiazione e lo show cooking del vincitore e della chef Vittoria Tassoni, presidente dell’associazione culturale “Il prezzemolino” e promotrice di “Divin Mangiando”.

 

Ad aggiudicarsi il primo premio, è stato Giuseppe Rutigliano con i suoi spaghetti al sapore di mare, che ha reinterpretato la sera durante lo show cooking a quattro mani con Vittoria Tassoni, a lui, una targa del Lions Club Tarquinia e un cesto di prodotti del territorio donato anche agli altri  concorrenti. Una menzione speciale è andata a Nina Molokovych, da pochi mesi in Italia che è riuscita a realizzare una squisita torta nonostante le mancasse il burro.

Insieme a Giuseppe ho preparato gnocchetti con pomodorini confit frullati con le cozze, con vongole e gamberetti abbinati a un calice di vino bianco – afferma Vittoria -. È stata una bella serata trascorsa con tanti amici: dai membri della giuria alla presidente del Lions Club Tarquinia Laura Voccia, dai sommelier della Fisar all’enogastronomo Carlo Zucchetti. Ringrazio le istituzioni e tutte le aziende che hanno permesso anche quest’anno di organizzare l’iniziativa. Un grazie speciale lo rivolgo ai partecipanti del concorso, che ci hanno deliziato con le proposte di cucina italiana e internazionale”.

Durante la serata molte aziende sponsor si sono presentate per far conoscere le loro eccellenti produzioni Tra loro: Pasta Fanelli, L’Agro del Kiwi Latina, Muscari Tomajoli, Olitar, La Culla di Maggini Giulia, Barucca, Fattorie solidali Alice Nova, Semina, Frantoio Presciuttini, Azienda di Luca di Piero, TeveRiva, Campo delle Rose, Lamponi dei Monti Cimini, Perle della Tuscia, Sesto Coccia Salumificio, Tenuta Sant’Isidoro, Zootecnica Viterbese, Enoteca la Velca, Il Radichino, Nativa, Tescari, Elisir di Lunga Vita, Pasta La Turchina, Terre Giorgini, Ape Velka, Pescheria Francesca, Remax, Villeoroy&Boch, Forno Lodi Valletrusca, Giovanni Malatini.

Divino Etrusco, giunto alla sua sedicesima edizione, prosegue per tutta la settimana, con degustazioni e conoscenza del mondo del vino, tra i suggestivi vicoli di Tarquinia, appuntamento imperdibile.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *