Viterbo – Santa Rosa, biglietti tribune: caos sul cambio nome

VITERBO – In tanti, quasi 1700, potranno godersi il passaggio di “Gloria” comodamente seduti in tribuna, solo dopo aver esibito il loro documento di riconoscimento, perché come dettato dalle norme sulla sicurezza i posti saranno nominali. Chi li ha acquistati quindi, ha indicato nome, cognome, luogo e data di nascita, così da essere responsabile dell’occupazione del posto. In molti, dal 19 agosto, data di apertura delle vendite, si trovano oggi nella condizione di non poter più assistere al trasporto per motivi personali o sanitari e si chiedono come poter cedere il loro posto e procedere al cambio del nominativo.

Audiotime e Ufficio Turistico, i due punti vendita, ad oggi non riescono a dare risposte: “Aspettiamo che sia il Comune a dirci come procedere. Sono diverse le persone che si sono rivolte a noi per questo problema, ma non sappiamo come fare”.

Il 3 settembre è troppo vicino e l’amministrazione deve intervenire repentinamente. Abbiamo provato a contattare la sindaca, “una e trina” Chiara Frontini, ma, oberata di incontri e telefonate non è riuscita a rispondere neanche ad un messaggio vocale. I cittadini viterbesi hanno speso dai 35 ai 44 euro per un posto, è giusto che, qualsiasi sia il motivo, possano cedere il loro titolo d’accesso, e nel più breve tempo possibile, ormai scaduto.

b.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *