Dixie Summit: il 2 ottobre il concerto del Fiumicino Jazz Festival al Birrificio Podere 676

Il concerto del Dixie Summit al Birrificio Agricolo Podere 676, annullato lo scorso 4 settembre, sarà recuperato domenica 2 ottobre, per chiudere la seconda edizione del festival ideato promosso e organizzato dal Museo del Saxofono

FIUMICINO – Domenica 2 ottobre il grande jazz torna al Birrificio Agricolo Podere 676 di Testa di Lepre. Una sorta di appendice della 2a Edizione del Fiumicino Jazz Festival organizzata dal Museo del Saxofono di Fiumicino volta a recuperare il concerto del 4 settembre scorso annullato a causa del maltempo.

A pochi passi da Roma, in uno dei più suggestivi scorci della campagna romana, sarà di scena lo strepitoso concerto del Dixe Summit. Una dixie band originalissima che proporrà un coinvolgente e frizzante repertorio interamente costruito sui brani più celebri del jazz degli anni ’20. Un evento condito di storie, aneddoti ed emozioni “soffiate” all’aperto e incastonate nella bucolica cornice del Birrificio Agricolo Podere 676 che vede schierati alcuni tra i massimi esponenti italiani del jazz tradizionale: Red Pellini al sax alto, Luca Velotti al clarinetto e Giorgio Cùscito al sax tenore, accompagnati da Daniele Corvasce al banjo e da Christian Antinozzi al contrabbasso.

Il programma, a partire dalle ore 17:00, prevede una visita al luppolificio dell’Azienda con l’illustrazione delle fasi produttive della birra artigianale e alle ore 18:00 il concerto della Dixie Summit Band unitamente alla degustazione, con prenotazione obbligatoria, di un eccellente menù agricolo e birra.

Fabiano “Red” Pellini è un saxofonista tenore, arrangiatore, compositore e direttore d’orchestra. Diplomato in clarinetto al Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma ed allievo del famoso clarinettista di jazz Tony Scott, è esperto di Jazz classico e Swing degli anni 1920-45 con particolare riguardo al repertorio di Bix Beiderbecke, Louis Armstrong, Benny Goodman e Lester Young. Red Pellini si fa divulgatore nel mondo per mantenere viva la grande musica Swing del periodo d’oro del Jazz e collabora sempre con musicisti di grande esperienza nel campo del jazz classico. Ha tenuto concerti in numerose parti del mondo: Italia, Francia, Svizzera, USA, Giappone, Hong Kong, Marocco, Turchia. Vincitore nel Dicembre 2000 del “Premio per il Jazz Palazzo Valentini” conferitogli dalla Provincia di Roma Presidenza del consiglio come “Miglior Talento”. Vincitore del primo premio in due festival internazionali di jazz tradizionale a Saint Raphael in Francia e a Breda in Olanda e presente in alcuni tra i più importanti jazz festival tra cui Umbria Jazz, Ascona Jazz festival etc. Collaborazioni importanti con Tony Scott, Bob Wilber, Kenny Davern, Penauts Hucko, Bill Crow, Dan Barrett, Renzo Arbore, Lino Patruno, Romano Mussolini etc. Arrangiatore per musiche della Rai-Radio Televisione Italiana ha inoltre partecipato come solista in diverse trasmissioni Rai con Renzo Arbore. Ha suonato nell’orchestra che ha realizzato la colonna sonora del film “Bix” del regista Pupi Avati dedicato alla vita di Bix Beiderbecke. Ha all’attivo diversi CD’s anche con gli artisti sopracitati Red Pellini è visibile in internet attraverso: Wikipedia, Google e YouTube sotto la voce Red-Pellini. Red Pellini.

Luca Velotti è clarinettista e saxofonista, compositore e arrangiatore. Diplomato in clarinetto, approfondisce gli studi con il musicista americano Bob Wilber. Frequenta i Workshop di Bill Smith. Nell’area newyorkese ha lavorato e registrato a fianco di musicisti quali Kenny Davern, Bob Wilber, Al Casey, Toots Thielemans, George Masso, Dan Barrett, Scott Hamilton, Ken Peplowski, Dick Sudhalter, Bill Crow, Bill Smith, Tony Scott, Leonard Gaskin, Frank Vignola, Howard Alden, Joe Ascione, Evan Christopher, Randy Sandke, Rossano Sportiello, partecipando fra l’altro come ospite speciale ai concerti della Sidney Bechet Society.

Dal 1992 è il clarinettista e saxofonista della band di Paolo Conte con il quale si è esibito nelle più importanti sale da concerto (Olympia, Salle Pleyel, Royal Albert Hall, Philarmonie di Berlino, Chicago Symphony Hall, Montreux Jazz Festival, North Sea Jazz Festival, Jazz Fest Wien, Festival International Jazz Barcelona, Nice Jazz Festival, JVC Jazz Festival N.Y., Umbria Jazz, etc.).

Viene menzionato nel “Dizionario del Jazz” (“Dictionnaire du jazz”) di P.Carles, A. Clergeat, J.Louis Comolli, 2008 A. Mondadori. Velotti ha inoltre sviluppato la sua vena compositiva in molteplici colonne sonore, spot pubblicitari per la televisione e il cinema: ha collaborato fra gli altri con E. Morricone, N. Piovani, A. Trovajoli.

E’ stato docente di saxofono jazz al Conservatorio “L.D’Annunzio” di Pescara e di clarinetto jazz al Conservatorio “A.Casella” dell’Aquila.

Giorgio Cuscito saxofonista, arrangiatore e compositore è tra i massimi esponenti italiani del pianismo jazz mainstream e tradizionale; ha partecipato a decine di festival e migliaia di concerti di rilevanza nazionale ed internazionale ed è tra i più attivi musicisti della scena romana.

Ha collaborato, tra gli altri, con Luigi Toth, Francesco Forti, Carlo Loffredo, Lino Patruno, Fabiano “Red” Pellini, Peanuts Hucko, Dick e Carol Sudhalter, Dan Barrett, Tom Baker, Cynthia Sawyer, Oscar Klein, Wendell Brunious, Sammy Rimington per quanto riguarda il jazz tradizionale, mentre le collaborazioni mainstream annoverano i nomi non meno prestigiosi di Marcello Rosa, Dino Piana, Tony Scott, Bucky Pizzarelli, Bill Watrous, Kenny Davern, Bob Wilber, Gianni Sanjust, Bepi D’amato, Cicci Santucci, Luca Velotti…

In ambito extra jazzistico ha suonato con Peter Van Wood, Fred Bongusto, Renzo Arbore, Gigi Proietti. In ambito d’avanguardia, ha fatto parte dell’orchestra di Paolo Damiani.

Già docente in prestigiose scuole di musica capitoline, nonchè autore di “Archivio Del Jazz” per Radiotre, svolge oggi una intensa attività di insegnamento privato, di produzione di musica per sonorizzazioni, e di formazione presso aziende leader a livello internazionale, esportando pionieristicamente il jazz e la sua filosofia nel mondo del lavoro.

Fiumicino Jazz Festival è un evento organizzato dal Museo del Saxofono

con il patrocinio del Comune di Fiumicino

in collaborazione con Podere 676 Birrificio agricolo e Farmacia Salvo d’Acquisto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *