Viterbo – Cena della Bontà per sostenere la casa famiglia del Carmine

Sabato 15 ottobre alla parrocchia Sacra Famiglia per portare solidarietà e sostegno

VITERBO – Torna La Cena della Bontà, ideata da Paolo Bracaglia, presentata in comune dalla sindaca Chiara Frontini, l’assessora alle Politiche sociali Patrizia Notaristefano, il presidente del sodalizio dei facchini Massimo Mecarini, l’architetto della macchina di Santa Rosa , Raffaele Ascenzi, suor Maria Florian, della casa famiglia a cui è dedicata la serata.
“Il grande cuore dei cittadini viterbesi è la spina dorsale della città. Sono tante le Associazioni del terzo settore che hanno bisogno di sostegno e i viterbesi in termini di solidarietà non si sono mai tirati indietro”. Ha esordito Frontini. E banco di prova sarà la cena organizzata il 15 ottobre alla parrocchia della Sacra Famiglia per sostenere  con una raccolta fondi per la casa famiglia  sostenuta dalle suore della Sacra famiglia.

Il  menù sarà a base di cinghiale, dalle pappardelle allo spezzatino, ma anche affettati, contorno e dolce per 22 euro di spesa pro capite e l’ intero ricavato destinato alla solidarietà.

Prenotazioni al numero 339 2433875.

Tra le novità di quest’anno, asta on line sulla pagina Fb di Paolo Bracaglia per reperire ulteriori fondi, tra gli oggetti: una statua di Santa Rosa donata dalle suore del monastero, un quadro dell’ artista Telari, e doni che stanno arrivando,  come la maglia di Leonardo Bonucci indossata alla finale degli europei di calcio nell’ ultima partita contro l’Inghilterra. Anche il sodalizio dei facchini ha voluto esserci e così il presidente ha portato in dono un oggetto di culto dei facchini: la spalletta, esattamente la  numero 3.  Ascenzi ha messo invece a disposizione una stampa su lastra di Gloria. “Chi viene a casa mia ammira questa immagine, ora è arrivato il momento di acquistarla”. 

La casa famiglia ospita attualmente 8 minori, che vanno dai 3 mesi ai 12 anni, e 10 ragazze più grandi. ”Le spese sono tante e aumentate, ha evidenziato suor Maria Florian, conto sul cuore dei viterbesi. Ho girato diverse città, ma lo spirito di solidarietà e i benefattori che ho trovato qui non li ho mai trovati in altri luoghi”.

Tanti gli sponsor che sostengono la cena, tra loro: Unicoop Tirreno, Conad, salumificio Coccia, azienda Stefanoni, i supermercati Sigma, Maury’s, Emi, Cantina di Montefiascone, Vecchio Forno, banca Lazio Nord, Caseificio Cioffi,

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *