Viterbo – Presentato il “SUET” telematico

Come cambiano le modalità di inoltro delle istanze delle pratiche edilizie digitali dal prossimo 8 novembre

VITERBO – Presentato lo sportello telematico SUET del Comune di Viterbo, attivo dal prossimo 8 novembre.

L’incontro informativo, organizzato e promosso dal Comune di Viterbo, in collaborazione con We-COM, dedicato alle nuove modalità di inoltro delle istanze delle pratiche edilizie digitali e rivolto agli addetti ai lavori, principalmente architetti, ingegneri, geometri e professionisti del settore, si è tenuto ieri 24 ottobre in sala Regia, a Palazzo dei Priori. Al tavolo dei relatori, oltre alla sindaca Chiara Frontini, l’assessore alla qualità degli spazi urbani Emanuele Aronne, la consigliera comunale delegata all’ufficio delle piccole cose e alla partecipazione, il dirigente del settore Urbanistica Stefano Peruzzo e i referenti We-COM, società che cura la gestione della piattaforma.

“Ieri abbiamo presentato un altro importante progetto, previsto nel programma elettorale – ha sottolineato la sindaca Chiara Frontini durante il suo intervento in apertura dei lavori -. A poche settimane dal nostro insediamento anche il Comune di Viterbo può partire con il nuovo sportello telematico SUET.

Un grande lavoro possibile solo grazie a una squadra coesa e operativa. Il mio grazie è rivolto in primis all’assessore Aronne, alla consigliera De Alexandris, al dirigente del settore Peruzzo. Insieme al personale comunale preposto all’importante servizio hanno dato forma a un importante processo di semplificazione amministrativa a servizio delle imprese e delle P.IVA del settore edile, per conto dei cittadini richiedenti le istanze”.

Un processo che sarà sicuramente perfezionato una volta avviato. Ed è lo stesso assessore Aronne a sollecitare da parte dei professionisti addetti ai lavori un approccio costruttivo verso questo nuovo importante strumento. “Il sistema ha bisogno sicuramente di essere implementato e perfezionato. Per questo chiediamo di segnalare eventuali criticità, o spunti per migliorare il servizio. Avremmo potuto posticiparne l’avvio.

Ma c’era la reale e concreta esigenza di attivare questo nuovo sistema digitale, ormai indispensabile per snellire e agevolare l’intera procedura burocratica delle varie istanze edilizie”.

“Il SUET – ha aggiunto la consigliera delegata De Alexandris – consente alla nostra città di allinearsi con altri capoluoghi di provincia e comuni italiani, a standardizzare la comunicazione e a facilitare la trasmissione dei dati e delle pratiche. Un obiettivo che ci eravamo posti e che abbiamo raggiunto in meno di quattro mesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *