Frosinone – Cena dei veleni, Albino Ruberti riascoltato in Procura

Il pm Coletta ha secretato gli atti. Indagini verso la chiusura

FROSINONE – Albino Ruberti, ex capo segreteria del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e’ stato ascoltato in Procura a Frosinone.

Ieri mattina (dalle 9 alle 12)  il magistrato Adolfo Coletta ha raccolto le dichiarazioni di Ruberti inerenti i fatti accaduti nel mese di giugno nel corso di una cena a Frosinone dove, a fine serata avvenne il violento alterco tra l’ex braccio destro di Nicola Zingaretti e Wladimiro De Angelis, fratello del presidente del Consorzio Industriale del Lazio Francesco De Angelis. Litigio immortalato da un video divenuto virale. Il verbale di Albino Ruberti è stato secretato.

Meno di dieci le persone che fin’ora il sostituto procuratore ha voluto far sentire dalla polizia giudiziaria per rendersi conto meglio del clima in cui si è svolta la famosa cena del 1° giugno al ristorante La Taverna nel centro storico del capoluogo.

L’elemento centrale, che gli inquirenti intendono chiarire, è se la vicenda del filmato che immortala lo stesso Ruberti, in cui minaccia di uccidere il broker assicurativo Vladimiro De Angelis (fratello di Francesco, esponente di spicco del Pd e presidente del Consorzio industriale del Lazio) e Adriano Lampazzi, sindaco di Giuliano di Roma, nasconda degli affari poco leciti. Oppure se davvero il litigio sia frutto di un rigore negato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *