Roma – Controlli carabinieri nel centro storico, 8 arresti e 3 denunce

ROMA – Nel corso del fine settimana, i carabinieri del comando provinciale di Roma, con l’ausilio del Nas di Roma, hanno effettuato un servizio straordinario finalizzato al controllo del territorio e alla prevenzione generale di reati e fenomeni di degrado nell’ambito della movida nelle zone di Campo de’ Fiori, Rione Monti e Trastevere.

Oltre le consuete pattuglie in uniforme sono state impiegate anche pattuglie in borghese, pattuglie con alcol test e sono stati svolti maggiori controlli sull’abuso di alcol e droga. Sono state controllate 345 persone e 122 veicoli, sono state arrestate 8 persone e altre 3 sono state denunciate a piede libero.

I carabinieri della stazione Roma Quirinale, insieme ai colleghi del Reparto presidenza della Repubblica, hanno denunciato un turista americano, di 44 anni, che stava manovrando, da remoto, un drone munito di telecamera che effettuava riprese dall’alto sul palazzo del Quirinale, su cui vige divieto di sorvolo.

I carabinieri hanno sequestrato il drone e inviato un’informativa in Procura. I carabinieri della compagnia Roma Centro hanno anche bloccato un cittadino straniero sorpreso all’interno di un bar del rione Monti mentre tentava di asportare una borsa a una turista.

A Trastevere è stato denunciato un 15enne romano, trovato in possesso di un involucro in cellophane contenente 8 grammi di hashish e, insieme ai colleghi del Nas di Roma, hanno sanzionato il titolare di un’osteria per carenze igienico sanitarie, segnalando il locale alla locale ASL per carenze strutturali. I carabinieri hanno anche sanzionato un giovane per consumo di bevande alcoliche da asporto oltre l’orario consentito e i gestori di due esercizi commerciali per la somministrazione di alcolici oltre l’orario consentito.

I carabinieri del comando provinciale di Roma, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno eseguito anche servizi antidroga in vari quartieri della Capitale, che hanno consentito di arrestare 7 persone per detenzione e spaccio di sostante stupefacenti. Nel corso delle attività sono stati sequestrate centinaia di dosi di sostanze stupefacenti e circa 2.500 euro in contanti, ritenuti provento di attività illecita. Nel pomeriggio, in via Volpato, i carabinieri della stazione Roma Porta Portese hanno arrestato una 35enne romana, senza fissa dimora e con precedenti, bloccata dopo aver ceduto un involucro contenente 0,40 g di shaboo ad un 28enne del Bangladesh. La donna si trovava a bordo di un motoveicolo che da accertamenti è risultato rubato lo scorso 17 ottobre. Oltre all’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti, dovrà rispondere anche del reato di ricettazione. In serata, i carabinieri della compagnia Roma Piazza Dante hanno arrestato due cittadini egiziani, entrambi senza fissa dimora e con precedenti, sorpresi a cedere alcune dosi di hashish a un giovane in via Giovanni Giolitti. Gli stessi carabinieri hanno anche arrestato un 29enne del Gambia che a seguito di un controllo in via Principe Amedeo è stato trovato in possesso di alcune dosi di eroina e 1.220 euro. In zona Boccea, i carabinieri del Nucleo radiomobile di Roma hanno invece arrestato un 19enne tunisino trovato in possesso di 14 grammi di hashish divisi in dosi e un bilancino di precisione. Nel corso dei controlli nelle note piazze di spaccio in via dell’Archeologia, i carabinieri della stazione Roma Tor Bella Monaca hanno arrestato due cittadini romani, un 22enne e un 29enne già noti alle forze dell’ordine, trovati in possesso, rispettivamente, di 17 dosi di cocaina e 700 euro e di 18 dosi di cocaina e 220 euro. Tutti gli arresti sono stati convalidati. I Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste, infine, hanno denunciato un 16enne romano fermato per un controllo perché notato aggirarsi con fare sospetto nei pressi di un istituto scolastico in zona Togliatti e trovato in possesso di 37 g di hashish e un bilancino di precisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *