Acquapendente – Il Comune punta a far rinascere il cinema Olympia, al via l’affidamento

Disposta la gara della gestione di una struttura dall’elevato valore sociale

ACQUAPENDENTE – Riaprire e far rinascere il cinema Olympia: questo l’obiettivo del Comune di Acquapendente, che ha disposto l’avvio della gara per l’affidamento in concessione della storica struttura di Via Cantorrivo.

Restituire alla città il cinema Olympia – dichiara Alessandra Terrosi, sindaco di Acquapendente – è un obiettivo molto importante, considerato l’elevato valore sociale di questa sala come cinema di comunità. Abbiamo intrapreso la procedura di gara per riaprirlo il prima possibile e per avviare un percorso che conduca alla celebrazione del suo centenario, in quanto fu aperto nel 1925. Tornare a disporre di un cinema vivo e funzionante è un grande vantaggio per la cultura e l’economia locali”.

Attualmente il cinema Olympia è chiuso, essendo scaduto il precedente affidamento. L’immobile appartiene alla Regione Lazio, che lo concesse al Comune in comodato d’uso nei primi anni 2000, riconoscendo il suo ruolo sociale per il territorio. Il nuovo capitolato di gara prevede una durata della concessione fino al 31 maggio 2023, con possibilità di rinnovo annuale. Il valore della concessione è stimato in 7.697,50 euro (oneri esclusi) per la durata indicata e in complessivi 23.092,50 euro per la massima durata dell’affidamento (18 mesi).

Tali importi esprimono la stima degli incassi del futuro soggetto gestore e sono calcolati in base alla media del totale dei ricavi relativi al triennio 2017-2018-2019, cioè agli ultimi anni prima della pandemia. Il canone minimo da corrispondere mensilmente al Comune di Acquapendente per l’utilizzo della struttura è fissato in 500 euro mensili, posto a base d’asta e soggetto a rialzo percentuale in sede di offerta economica.

Gli operatori economici interessati alla gestione del cinema Olympia e in possesso dei requisiti stabiliti, sono invitati a partecipare alla gara, che richiede inoltre un sopralluogo in loco prima della presentazione dell’istanza, pena l’esclusione. Oltre al progetto di gestione, nella valutazione dell’offerta si terrà conto delle proposte per la promozione della cultura cinematografica attraverso attività ad hoc (organizzazione di rassegne e cineforum, incontri con registi e attori, campagne di sconti ecc.) e delle proposte migliorative relative alle dotazioni tecniche dell’impianto e alla disponibilità di realizzazione di proiezioni all’aperto in aree pubbliche appositamente concesse dall’amministrazione comunale.

La documentazione di gara dovrà pervenire esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo comuneacquapendente@legalmail.it entro il termine perentorio delle ore 12.00 del quindicesimo giorno decorrente dalla pubblicazione all’albo pretorio, consultabile sul sito istituzionale www.comuneacquapendente.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *