Civitavecchia – Fratelli d’Italia torna in maggioranza con due assessorati e vice sindaco (forse…)

Sarà ripristinato lo sgarbo compiuto due anni fa dal sindaco Tedesco ma i meloniani troveranno al Pincio una situazione notevolmente mutata

CIVITAVECCHIA – Lo sgarbo compiuto dal sindaco Ernesto Tedesco e dal suo gruppo di maggioranza nei confronti di Fratelli d’Italia sarà riparato.

Dopo mesi di duro lavoro delle segreterie romane e la continua fuga da Lega e Forza Italia, le elezioni regionali, hanno imposto, gioco forza, una Pax senza ulteriori indugi.

A giorni dovrebbe essere ufficializzato il rientro in maggioranza del gruppo di Fratelli d’Italia che, nel frattempo, si è rafforzato e divenuto indiscutibilmente il partito più forte in città.

L’uscita di scena di Emanuela “Merkel” Mari da Forza Italia per candidarsi alle regionali con i meloniani, la fuga disperata da un partito eterogeneo come la Lega da parte di Raffaele “Spadino” Cacciapuoti ha fatto sì che il responsabile regionale del partito, Claudio Durigon, sbattesse i pugni fino a far ragionare (si spera) sindaco e i tre “mohicani” che gli sono rimasti accanto.

L’accordo prevede un “ripristino stato” di quanto tolto due anni fa. Due assessorati più delega di vice sindaco (da vedere se subito o dopo le regionali).

Ovviamente fuori due assessori. Valige pronte per Daniele Barbieri e Monica Picca. Chi saranno i due assessori che rientreranno in giunta con Tedesco?

Grasso e Galizia? Oppure si andrà a pescare tra i banchi degli attuali consiglieri seduti all’opposizione?

Emanuela Mari continuerà a fare la presidente del consiglio in quota Fratelli d’Italia (dice).

Su CSP dopo i disastri compiuti dal presidente Lungarini (versione Conte Vlad) si cambierà registro?

Insomma tanta carne al fuoco e il rischio che si bruci prima di servirla a tavola è altissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *