Vitorchiano, prosegue l’efficientamento energetico del palazzo comunale

Interventi finanziati con il decreto Crescita e rientranti nelle politiche di risparmio energetico e tutela ambientale

VITORCHIANO – Proseguono a Vitorchiano i lavori di efficientamento energetico del palazzo comunale.

Si tratta di azioni rese possibili grazie alla terza tranche dei fondi previsti dal decreto Crescita – spiega l’assessore ai lavori pubblici Federico Cruciani – Tali risorse consentiranno di continuare nel virtuoso percorso di tutela ambientale e risparmio energetico intrapreso da vari anni dalla nostra amministrazione.

Questi lavori prevedono, tra l’altro, la sostituzione integrale dei vecchi corpi illuminanti, la sostituzione di caldaie e infissi, la posa di valvole termostatiche a tutti i caloriferi. Interventi che si inseriranno perfettamente nel contesto storico e architettonico dell’edificio, rendendolo ancor più fruibile e permettendo al contempo di limitare assorbimento, dispersioni e costi“.

Queste opere – aggiunge il sindaco Ruggero Grassotti – rientrano nel più ampio programma di tutela ambientale e risparmio energetico portato avanti dal Comune sia attraverso il servizio di raccolta e gestione rifiuti avviato nel 2012 e potenziato nel 2018, che negli ultimi anni ha già permesso a Vitorchiano di divenire un punto riferimento nella Tuscia e nella regione Lazio, sia con l’attuazione di specifici interventi sul patrimonio immobiliare e sulle infrastrutture comunali, in particolare sulle scuole e su alcuni tratti della pubblica illuminazione“.

A questi si aggiungeranno presto ulteriori attività volte all’efficientamento degli impianti di illuminazione in località Pallone e Paparano, attraverso la sostituzione dei supporti rovinati, di alcuni quadri elettrici e delle lampade di ulteriori 400 punti luce con LED a basso consumo. “Oltre a tutto ciò – ricorda il consigliere delegato all’ambiente Marco Salimbeni  stiamo lavorando da mesi alla costituzione e all’attuazione delle comunità energetiche, con l’obiettivo di permettere e sostenere l’attuazione di comprensori di abitazioni e attività privati che siano autonomi dal punto di vista energetico“.

Scelte e opere – conclude l’assessore Cruciani – che si tradurranno anche in una riduzione dei consumi, contribuendo a compensare, almeno in parte, i forti aumenti dei costi energetici registrati negli ultimi mesi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *