Civitavecchia – La premiata sartoria “Csp-Pincio” taglia il nastro ai minibus elettrici

CIVITAVECCHIA – La premiata sartoria “Csp-Pincio” quando c’è ma mettere mani alle forbici e tagliare nastri non la batte nessuno. In attesa che la Corte dei Conti cuci questa volta a loro un bel “cappottino” sul bilancio ecco che oggi è arrivata l’ennesima sforbiciata. Un nastro corto che per far stare tutti dietro era diventato fino come uno spaghetto.

E’ servita l’ennesima sceneggiata per presentare minibus elettrici per il contenimento dei costi a causa del caro gasolio. Sono stati presentati questa mattina davanti al comune di Civitavecchia, in piazzale Guglielmotti i nuovi mezzi acquisiti da Csp con un accordo con la società “Tecnobus”, che ha sede legale a Frosinone: “Li abbiamo presi in usufrutto gratuito – spiega il presidente della municipalizzata Fabrizio Lungarini -. Saranno utilizzati per la tratta porto-stazione e sulla linea C che verrà ripristinata”. Presenti all’inaugurazione anche il sindaco Ernesto Tedesco e alcuni rappresentanti della Tecnobus.

Con questo presidente CSP è in buone mani. E’ uno in grado di far risparmiare soldi (dice lui). Anche quando è andato a rappresentare la città a Bergamo lo ha fatto facendosi spesare tutto da UMANA. Che dire. Peccato che presto finirà tutto. Molto presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *