Codici: voli sospesi per maltempo? Le compagnie non possono scaricare i disagi sui consumatori

ROMA – Un caso come tanti, utile però per fare chiarezza ed indicare ai consumatori i passi da compiere per tutelare i propri diritti. Il riferimento è all’ondata di maltempo che nelle ultime ore si è abbattuta sulla Gran Bretagna. Tra le conseguenze della morsa di gelo che si è stretta, ad esempio, intorno a Londra c’è stata la sospensione dei voli all’aeroporto di Stansted, con ritardi e cancellazioni anche a Heathrow e Gatwick, come riportato dalla Bbc. Inevitabili i disagi, su cui l’associazione Codici richiama l’attenzione, considerando anche il coinvolgimento di tanti italiani.

“È bene sapere ed anche ricordare alle compagnie distratte – afferma Stefano Gallotta, Responsabile del settore Trasporti e Turismo di Codici – che in caso di riprotezione i passeggeri hanno diritto all’assistenza prevista dal Regolamento 261/2004. Nello specifico, l’articolo 9 prevede che si ha diritto a titolo gratuito: a pasti e bevande in congrua relazione alla durata dell’attesa; alla sistemazione in albergo, qualora siano necessari uno o più pernottamenti, o sia necessario un ulteriore soggiorno oltre a quello previsto dal passeggero; al trasporto tra l’aeroporto ed il luogo di sistemazione. Ci sono stati segnalati, ad esempio, dei casi in cui la compagnia ha proposto ai passeggeri una riprotezione sul primo volo disponibile, dopo diversi giorni dalla data inizialmente prevista della partenza e pagando solo il primo giorno di vitto e alloggio. Considerando quanto previsto dalla norma, è chiaro che questa non è una soluzione accettabile”.

“Siamo in un periodo particolare dell’anno – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici –, le vacanze si avvicinano ed in molti stanno prenotando, o hanno già prenotato, un biglietto aereo. Il maltempo è una variabile da tenere in considerazione e questo vale sia per i passeggeri che per le compagnie. Non è possibile, come accaduto in alcuni casi registratisi in Gran Bretagna in seguito all’ondata di gelo che si è abbattuta sul Paese, che la cancellazione di un volo o la sospensione dell’attività dell’aeroporto vengano scaricate sui consumatori. Ci sono diritti da rispettare e per questo invitiamo i passeggeri a segnalare eventuali comportamenti scorretti da parte dei vettori così da poterli tutelare, coinvolgendo anche le autorità”.

In caso di problemi con il proprio volo, per una cancellazione, una riprotezione o una mancata o scarsa assistenza, è possibile fare una segnalazione all’associazione Codici telefonando al numero 06.55.71.996 o scrivendo a segreteria.sportello@codici.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *