Il duo “UT UNUM SINT – strumenti di pace” inaugura Viterbium in musica

I concerti celebrativi del Giubileo straordinario della Diocesi di Viterbo saranno aperti dall’esibizione delle sorelle Daniela e Raffaella Sabatini

VITERBO – Nel  “Concerto inaugurale” di “Viterbium in Musica” prima esecuzione mondiale delle composizioni celebrative “La Madonna della Quercia ed il Patto d’ Amore” e “Inno Giubilare” di Daniela Sabatini.

Con un autentico “Omaggio a Viterbo” ed alla Madonna della Quercia le note sorelle musiciste e Terziarie francescane la pianista Daniela Sabatini, e la violinista Raffaella Sabatini nel Duo da loro formato “Ut unum sint- Strumenti di Pace” inaugurano sabato 23 settembre alle ore 21,15 a Viterbo alla Sala “Mendel” del Convento della SS. Trinità dei Padri Agostiniani (Piazza della Trinità, 8) il Festival “Viterbium in Musica – I Concerti celebrativi del Giubileo straordinario della Diocesi di Viterbo” da loro creato per celebrare in musica l’Anno giubilare indetto da Papa Francesco.

L’eccezionale evento musicale celebrerà il  il primo Patto d’ Amore avvenuto esattamente il 20 settembre di 550 anni fa, ed il 6° centenario della Sacra Immagine con la prima esecuzione mondiale della composizione di Daniela Sabatini “La Madonna della Quercia ed il Patto d’ Amore”  la prima composizione in assoluto ispirata ai miracoli della Patrona di Viterbo ed alla consacrazione della città e culminerà con la prima esecuzione mondiale dell’ Inno Giubilare “Patto d’ Amore” di cui le sorelle Sabatini sono autrici delle parole e della musica, e che risuonerà per tutta la durata del Giubileo in tutti i concerti di “Viterbium in Musica”.

Iniziativa unica nel suo genere “Viterbium in Musica” ideata dalle sorelle Daniela e Raffaella Sabatini per celebrare in musica il “Giubileo straordinario della Diocesi di Viterbo”  ed organizzato dalle loro Associazioni internazionali no profit “Strumenti di Pace – CorOrchestra francescana” e “Ut Unum Sint in Music & Arts –World Opus for the Unity of the Whole Uman Family”, non è una semplice rassegna di concerti ma un autentico “unicum”, un vero e proprio “Omaggio a Viterbo” che le sorelle Sabatini hanno creato  e realizzano per celebrare in musica la fede e la santità di cui sono intrise la storia, la cultura e l’ anima del popolo viterbese  in un cammino spirituale in musica che accompagnerà tutta la durata del Giubileo attraverso varie tappe dedicate ognuna, oltre che alla Madonna della Quercia ed alla Madonna Liberatrice ad un Santo o Beato che sono stati gli esponenti più noti della santità nel viterbese e  che più profondamente, nella loro peculiare spiritualità, hanno inciso nella tradizione religiosa della provincia di Viterbo : S.Rosa, S.Crispino,
S. Bonaventura da Bagnoregio, i SS. Valentino e Ilario, S. Rosa Venerini, S. Lucia Filippini, S. Giacinta Marescotti, S. Cristina da Bolsena, Beato Giacomo da Viterbo, Beato Domenico Barberi, ecc.

 I concerti di “Viterbium in Musica”, tutti ad ingresso libero e gratuito, presenteranno programmi di grande interesse in cui il Duo “Ut unum sint – Strumenti di Pace” eseguirà in prima mondiale ampie composizioni che la pianista e musicologa Daniela Sabatini ha espressamente scritto, attraverso un suo approfondito lavoro di studio e ricerca biografica e musicologica, ispirandosi alle Vite e miracoli della Beata Vergine Maria e dei Santi del viterbese tratte sia da manoscritti d’ epoca sia da  capolavori dell’ arte pittorica racchiusi in Basiliche, Chiese e Santuari di Viterbo unendo così, anche attraverso un’ utile guida all’ ascolto illustrata dalla stessa compositrice, la conoscenza e diffusione agiografica fra il grande pubblico alla traduzione compositiva e valorizzazione di tali capolavori artistici ed alla storia di santità di Viterbo, Città dei
Papi ed autentica “Città mariana”.

“Viterbium in Musica”,che durerà per l’ intero Anno Giubilare, ed i cui prossimi concerti si terranno il 14 ottobre, il 5 novembre ed il 24 dicembre, appartiene inoltre alla rassegna “I Concerti alla Sala Mendel”,  una serie di eventi artistici e didattici ideata e diretta dalle sorelle  Sabatini per offfrire un modo diverso di vivere la musica e lo stesso atto concertistico innalzandolo ad autentica esperienza mistica, nel duplice valore agostiniano di pregare in musica che da sempre connota la missione concertistica delle sorelle Daniela e Raffaella Sabatini e che esse completeranno anche con  un percorso formativo di autentico “perfezionamento”, attraverso le Master Classes e Seminari di Studi (aperti a tutti, musicisti e non, senza limiti di età) che Daniela e Raffaella Sabatini con il loro Duo “Ut Unum sint-Strumenti di Pace” terranno come docenti nei prossimi mesi estivi alla Sala Mendel.

Note anche come le “Missionarie della Musica” per la profonda unione fra musica e fede della loro peculiare missione artistica che le vede unire fin da giovanissime la loro consacrazione religiosa alla loro intensa attività concertistica, didattica, discografica ed organizzativa musicale creando e realizzando e varie rassegne musicali fra cui “Iubilaeum in Musica –per il Grande Giubileo A.D. 2000”, “Iubilaeum Misericordiae in Musica- per il Giubileo straordinario della Misericordia” dedicato a Papa Francesco nel Suo 80° genetliaco, oltre ad “Ut Unum sint in Musica”dedicato al 90° genetliaco del Papa Emerito Benedetto XVI ed il maxi Festival “Millennium in Musica – Omaggio a San Giovanni Paolo II” un ‘opera unica nel panorama musicale mondiale che si svolge ininterrottamente dal 1999 a Roma ed in altre città  italiane ed estere con concerti sempre ad ingresso libero e gratuito di musicisti,Cori ed orchestre da tutto il mondo.

Per tale loro missione musicale ed il loro impegno sociale ed umanitario svolto anche attraverso attività musicali benefiche in varie parti del mondo con un’ autentica opera di evangelizzazione musicale nel loro ideale concertistico di “pregare in musica dando visibilità alla fede come forza di vita”, le sorelle Sabatini sono state insignite di vari prestigiosi riconoscimenti e sono state invitate a rappresentare la musica ed i
musicisti durante il Giubileo degli Artisti alla presenza di San Giovanni Paolo II, il quale in tale occasione ha dato loro la Sua paterna e spirituale protezione con le Sue  parole “Dio  benedica  la  vostra  musica  e la
 vostra  arte !”

MANIFESTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *