Palermo, minacce di morte al presidente dell’Autorità portuale Pasqualino Monti

Si insedia il nuovo responsabile anticorruzione, l’ex pm Leonardo Agueci

PALERMO – Minacce di morte al neo presidente dell’Autorità portuale della Sicilia occidentale Pasqualino Monti. A rivelarlo è l’ex Procuratore aggiunto di Palermo Leonardo Agueci, che da oggi è il nuovo responsabile dell’Ufficio anticorruzione dell’Autorità portale. “La sua presenza ha già suscitato delle reazioni – ha detto Agueci durante la presentazione del suo nuovo incarico – Ha purtroppo subito degli episodi intimidazione già riferiti all’autorità giudiziaria”. Sulla vicenda Pasqualino Monti si limita a dire: “Continuiamo a fare il nostro lavoro con serenità”. Monti avrebbe in particolare ricevuto una lettera con minacce di morte.

Al suo fianco proprio Monti: “Abbiamo scelto l’ex Procuratore aggiunto di Palermo Agueci a capo dell’Organismo di valutazione indipendente dell’Autorità portuale della Sicilia occidentale – dice – perché a breve spenderemo una somma pari a oltre 100 milioni di euro e quando un ente pubblico usa i soldi dello Stato ha il dovere di monitorare affinché l’utilizzo avvenga con legalità e trasparenza. Da qui la scelta un po’ anomala di chiedere a un magistrato di entrare nell’organismo indipendente di valutazione – dice Monti – Noi lo abbiamo fatto in maniera volontaria perché abbiamo l’esigenza che quello che andremo a fare avvenga con questi criteri”. “Dove ci sono tanti soldi il malaffare si muove bene e cerca di inserirsi, quanto più in una realtà come quella di Palermo”, dice l’ex pm Leonardo Agueci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *