Viterbo – Il Consiglio comunale dice no alla mafia

Viterbo – Dopo i recenti fatti di cronaca, riconducibili ad infiltrazioni mafiose in città, l’intero Consiglio comunale ha voluto far sentire la propria voce in merito riunendosi questa mattina per lanciare un messaggio ai cittadini.

E’ il sindaco Giovanni Maria Arena a prendere la parola: “Quella contro la mafia è una battaglia voluta da tutto il gruppo consiliare. I recenti accadimenti ci hanno colto di sorpresa e fatto preoccupare. Atti provocatori e brutali, per i quali lanceremo un segnale forte e di compattezza. Ci tengo a specificare – ha proseguito il sindaco – che nessuna infiltrazione o pressione è stata fatta all’interno dell’amministrazione comunale. Siamo tutti compatti maggioranza e minoranza a combattere qualsiasi forma di mafia e il 15 febbraio abbiamo aderito alla manifestazione contro la mafia, lanciata dai sindacati”.
In questa occasione l’unica opposizione che facciamo è quella alla mafia, chiunque voglia influenzarci o fare pressioni troverà da parte nostra un muro invalicabile, saremo tutti uniti senza divisioni” a pronunciare queste parole la consigliera Chiara Frontini (Viterbo2020).

La parola passa poi al consigliere Serra (Viterbo dei cittadini) “La città deve rispondere tutta unita come stiamo facendo ora noi. Mi sono fatto promotore dell’adesione alla Carta di Pisa, un Codice etico per promuovere la cultura della legalità e della trasparenza in Comune, che inchioda l’amministrazione a determinati comportamenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *