Regione Lazio – Agricoltura, firmata l’ordinanza per lo svolgimento di lavori agricoli anche fuori comune

ROMA – La Regione Lazio ha emanato l’ordinanza che autorizza gli spostamenti, all’interno del proprio comune o verso comune limitrofo, per lo svolgimento in forma amatoriale di attività agricole e la conduzione di allevamenti di animali da cortile, sempre esclusivamente nel rispetto di quanto previsto dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da COVID – 19. Le attività di coltivazione del fondo agricolo sono da considerarsi essenziali e di assoluta urgenza e necessità, in tema di rischio idrogeologico e di incendi boschivi, entrambi fortemente correlati alla corretta gestione dei fondi agricoli, anche in forma amatoriale. Inoltre, l’attività di coltivazione agricola e di tutela degli animali da cortile allevati è da considerarsi essenziale, anche se svolta a livello amatoriale, perché i prodotti ricavati sono destinati all’autoconsumo familiare.

L’ordinanza regionale permette lo spostamento: per non più di una volta al giorno; di un solo componente del nucleo familiare; limitatamente agli interventi necessari alla tutela delle produzioni vegetali e degli animali da cortile allevati, consistenti nelle indispensabili operazioni colturali che la stagione impone, ovvero per accudire gli animali allevati.

Sono escluse dall’applicazione dell’ordinanza le zone rosse regionali.

22 Replies to “Regione Lazio – Agricoltura, firmata l’ordinanza per lo svolgimento di lavori agricoli anche fuori comune

  1. Va Tutto bene, quello che non capisco è perchè un solo componente per famiglia? Se vado Io e mia moglie, o io e 1 operaio, rispettando tutte le misure necessarie, ossia mascherine guanti, ecc. ecc. e se vado in macchina 1 davanti e 1 dietro, perchè non posso andare? Sono queste inconcruenze che la gente non capisce, e fà commettere gli errori.

  2. Senz’altro è una decisione da criticare in quanto la moglie può aiutare a fare tanti lavori arretrati. Speriamo che ci sia qualche ripensamento perché altrimenti rimarrà tutto fermo.

    1. …lo puoi fare, sei nell’ambito della regione Lazio!…sempre che tu non debba raggiungere una zona rossa!

  3. Vincenzo 16 aprile 2020
    Sono d’accordo con il Sig. Luigi nel mio caso mentre io faccio lavori più pesanti mia moglie potrebbe sistemare i vasi pulire il cortile, sistemare gli animali ecc.

  4. Sono Ordinanze contraddittorie che fanno solo confusione e non aiutano la gente che vuole rispettare il contenimento ma non vuole mandare tutto in malora.
    È anche il caso dell’attività economica codice Ateco 83.10 – Cura e manutenzione del paesaggio, consentita dall’ultimo Decreto, citata ma non regolamentata dall’attuale Ordinanza, che quindi è
    operativa in quanto residua.
    Infine nell’altra Ordinanza R. Lazio sugli stabilimenti balneari la manutenzione è consentita senza alcuna limitazione di personale.

  5. secondo voi io per accutire animali e orto non posso superare esempio comune di frascati chi ha animali e orto a san cesario e sfortunato. ma chi la fatta questa ordinanza pensava a se stesso. se e un problema di km se devi venire da frascati al comune di roma macari sulla cassia quanti km sono.

  6. L’ORDINANZA COSI’ COME SCRITTA NON AUTORIZZA GRANCHE’, L’ESPRESSIONE COMUNE LIMITROFO, LIMITA MOLTO LA POSSIBILITA’ DI RAGGIUNGERE UN PROPRIO TERRENO ANCHE SE SI DEVE SUPERARE SOLO UN ALTRO COMUNE ADIACENTE.DOVREBBE ESSERE PERMESSO ALMENO ENTRO LA PROVINCIA DI APPARTENENZA.NCHE LA LIMITAZIONE DI DOVER ANDARE DA SOLO E’ PIU’ UN PERICOLO A CUI CI ESPONIAMO CHE UN FAVORE. MOLTO SPESSO NEI LAVORI AGRICOLI CI SI PUO’ FERIRE O COMUNQUE SI HA BISOGNO DI UN AIUTO E ALMENO LA MOGLIE PUO’ ESSERE AUTORIZZATA A SEGUIRE IL MARITO.

  7. Ritornando alla decisione della Regione Lazio relativa alla possibilità di recarsi nei propri orti fuori comune singolarmente, penso che essendo la maggior parte di coloro che dovranno muoversi per fare i lavori anche di taglio dell’erba sono principalmente anziani, un aiuto può essere necessario anche perché in caso di incidente chi può aiutarlo?

  8. anche a seguito della comunicazione di Pier Paolo Palozzi, rimane sempre, per lo spostamento in Comuni differenti dalla propria residenza per lavori agricoli, il divieto di trasportare nella propria autovettura una seconda persona ?

  9. CHI DEVE ATTRAVERSARE PIU’ DI UN COMUNE PER LA CURA DEL PROPRIO VIGNETO , COME DEVE FARE . STANDO ALL’ORDINANZA NON E’ CONSENTITO . oPPURE SBAGLIO ?

  10. Io ho un terreno ubicato nello stesso comune di residenza con sopra piccola casetta dove coltivo orto e piante da frutto per bisogno famigliare
    Ma l ordinanza della regione lazio e contraddittoria a quello che dice la ministra Bellano a che cita le 2 case

  11. tutti i vecchi contadini nei loro fondo avevano una casetta più o meno grande.Per tanti il terreno è quasi limitrofo,ma c’è di mezzo un altro comune.Andare da solo e non accompagnato da una persone è pericoloso per tutti.Questi sono i punti dell’ordinanza del lazio,che ancora sono da rivedere

  12. Lo spostamento nel proprio comune o comune limitrofo, una persona per volta, anche per moglie e marito, non mi sembra appropriato.
    Mi sembra sensato, nel rispetto di tutte le precauzioni del caso, autorizzare gli spostamenti per il mantenimento di aree agricole di due persone per nucleo familiare e perlomeno nell’ambito della provincia.
    Comune limitrofo non è la soluzione.

  13. Abito a roma e possedendo una casa nel comune di latina con un grosso terreno posso andare a tagliare l’erba per la sicurezza incendio grazie

  14. Da Roma a Latina per coltivare un ettaro di oliveto e con una seconda casa.Attualmente con le disposizioni di oggi impossibile, comuni limitrofi che significato dare? il Codice ATECO.01 la coltivazione agricola è concessa,per produzione famigliare

  15. Vorrei sapere se l’ordinanza nr.833 del presidente Zingasretti sarà aggiornata per dopo il 3/5/2020 e migliorata nei contenuti, visto che l’attuale lascia molti dubbi. I più importanti riguardano lo “spostaMento al comune LIMITROFO” ed il numero di utenti ovvero “uno per famiglia”.
    Si dovrebbe sapere che in agricoltura molto raramente l’operaio può agire da solo, anche perché, in caso di incidente, la vittima rimane da solo.

  16. l’ordinanza n. 029 del 15/4 u.s. e’ opportuno venga ribadita in contenuto altrimenti il lavoro fatto finora alla luce della stessa va in malora. l’orto necessita di acqua stante l’inizio della stagione calda che peraltro comincia pure a seccare l’erba che se non tagliata puo provocare dilagare di incendio. per ultimo bisogna ammettere che si sia almeno in due persone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *