Viterbo – Requisite 13mila mascherine non filtranti a deposito farmaceutico. Segnalato il titolare alla Procura

VITERBO – I funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Civitavecchia – Sezione distaccata di Viterbo, nell’ambito dell’attività dell’Agenzia finalizzata ad assicurare la tempestiva disponibilità di dispositivi di protezione necessari a contrastare l’emergenza sanitaria in corso che garantiscano gli standard qualitativi richiesti dalla normativa, hanno requisito, con la collaborazione dei Carabinieri del locale comando del N.A.S., oltre 13 mila mascherine filtranti.

Le mascherine, classificate come D.P.I., sono state rinvenute presso un deposito all’ingrosso di medicinali e prodotti farmaceutici e riportavano la marcatura CE non conforme nonché indicazioni fuorvianti, tali da indurre il consumatore in errore sulle reali caratteristiche del
prodotto.

Il legale rappresentante della società, al quale sono state contestate violazioni amministrative
per un importo di 22 mila euro, è stato segnalato all’Autorità Amministrativa competente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *