Tolfa – E’ morto Mauro Mellini, fu tra i fondatori del Partito Radicale

Il ricordo di questo grande personaggio nelle parole dell’avvocato Ezio Calderai

TOLFA – Nei giorni scorsi si è spento a Roma all’età di 93 anni l’illustre tolfetano Mauro Mellini, già fondatore del Partito Radicale, deputato della Repubblica italiana e membro laico del Consiglio Superiore della Magistratura.

Il Comune di Tolfa lo ricorda insieme alla famiglia come figura integerrima e coerente di uomo politico e avvocato. La sua lotta per i diritti ed il diritto non ha conosciuto sosta fino agli ultimi giorni di vita.

Questo il ricordo dell’amico Ezio Calderai, avvocato, già sindaco di Civitavecchia:

A Roma si è spento a 93 anni Mauro Mellini. L’Avvocato Mauro Mellini. Il Deputato Mauro Mellini. Il consigliere anomalo del Consiglio Superiore della Magistratura Mauro Mellini. Lo scrittore Mauro Mellini. Il protagonista delle battaglie sui diritti civili, Mauro Mellini. Lo studioso del grande Giuseppe Gioacchino Belli, scrittore che amava, capace di recitare a memoria centinaia di sonetti fino a pochi anni fa, Mauro Mellini. Il protagonista di battaglie sui diritti civili, che hanno cambiato il volto dell’Italia, Mauro Mellini.

Lo strenuo difensore di Enzo Tortora e di innumerevoli cittadini accusati ingiustamente, Mauro Mellini. Il primo a denunciare, non per coraggio, che non aveva bisogno di dimostrare, ma per per lealtà ai principi repubblicani, il colpo di stato strisciane attuato dalla magistratura. Il giornalista che ha deliziato me ed altri amici con le sue riflessioni sulla politica in Italia nel terzo millennio, Mauro Mellini.

Sicuramente ho dimenticato innumerevoli altri Mauro Mellini, ma voglio dire che se si facesse una ricerchia negli ultimi cinquanta anni si farebbe fatica a trovare un uomo dell’integrità, della forza ideale, del disinteresse di Mauro Mellini.

Ricordo che era nato a Civitavecchia, ma da famiglia tolfetana.

Tolfa che amava immensamente e di cui nei suoi ultimi scritti parlava sempre più frequentemente.

Ti sia lieve la terra caro e meraviglioso Mauro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *