Lazio – Il Consiglio regionale approva legge su tatuaggi e piercing

Presente anche un fondo per tatuaggi a donne che hanno subito mastectomia

ROMA – “Sono davvero felice che  il Consiglio Regionale abbia approvato una legge che disciplina in maniera ancora più stringente le attività per tatuaggi e piercing colmando un vulnus di carattere nazionale.

La legge che ho sottoscritto, presentata dalla collega Leonori che ringrazio per il lavoro svolto, contiene infatti non solo regole specifiche per poter svolgere questo tipo di attività: dal numero di ore dei corsi che bisogna svolgere che passa dalle attuali 90 a 800 ore per i tatuaggi e a 300 ore per i piercing, all’obbligo di aggiornamento, ai divieti di eseguire tatuaggi e piercing a minori di 14 anni o a minori di 18 anni privi del consenso dei genitori a sanzioni severe per chi opera abusivamente. Ma anche un importante emendamento, presentato dalla collega Battisti, che riconosce alle donne che hanno subito una mastectomia un contributo per la realizzazione di tatuaggi.

Si tratta di un provvedimento che nel suo complesso pone il Lazio ancora una volta all’avanguardia in Italia sia da un punto di vista legislativo sia da un punto di vista etico e sociale.

Sono davvero orgogliosa quindi di aver accompagnato Marta Leonori e Sara Battisti in questo loro splendido percorso e aver condiviso insieme i tanti step che hanno accompagnato l’iter del provvedimenti. A loro va il mio ringraziamento e i miei complimenti per aver dato al Lazio una legge quadro di grandissimo spessore”.

Lo dichiara la consigliera regionale del Pd Lazio, Michela Califano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *