Tarquinia – Donna condannata per estorsione grazie alla “consegna controllata”

 

TARQUINIA –  Condannata dal Tribunale di Civitavecchia, a seguito di giudizio abbreviato, a 3 anni e 8 mesi di reclusione e 1000 euro di multa l’autrice di una estorsione compiuta nel 2019 in città,  e per questo tratta in arresto dagli uomini della Polizia di Stato del reparto investigativo  a seguito di una operazione anti estorsione, conclusasi con la consegna controllata del denaro.
La donna aveva iniziato a chiedere al denunciante, residente a Tarquinia, somme di denaro sempre più alte con la minaccia che, in caso contrario, avrebbe svelato tutti i segreti di cui era a conoscenza in merito alla sua vita privata. La vittima, dapprima accondiscendeva alle continue richieste di danaro ma poi denunciava al Commissariato quanto gli stava accadendo. Proprio grazie al coraggio dell’uomo, gli agenti del commissariato di Tarquinia  riuscivano ad attivare la consegna controllata, una tecnica investigativa che consente di seguire, a vista, il flusso di danaro ovvero qualsiasi provento di reato, al fine ultimo di provare la reale esistenza e sviluppo dell’attività delittuosa attraverso la consumazione della stessa che avviene appunto in maniera controllata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *