Civitavecchia – Patrizio Scilipoti entra a far parte del Pd e si porta dietro il mondo portuale

CIVITAVECCHIA – Il consigliere comunale di minoranza Patrizio Scilipoti entra ufficialmente nel Partito democratico. Ad accoglierlo con un atto formale, con tanto di firma, il capogruppo dem Marco Piendibene e lo schieramento del Pd cittadino al completo, o quasi.

Il capogruppo del Pd Marco Piendibene ha commentato: “Un passo formale verso un gruppo con cui Patrizio collabora da tempo. Il Pd a livello nazionale sta vivendo una situazione complessa ma a livello cittadino il nostro partito vuole continuare ad attivarsi per dimostrare la sua forza e capacità di governare. Continueremo la nostra opposizione su temi concreti e con proposte organiche per uno sviluppo diverso della città che vada in una direzione differente rispetto a quella degli ultimi 50 anni”.

Soddisfatto il consigliere Patrizio Scilipoti che ha sottolineato: “Si è trattato di un’entrata costruita e ragionata da tutti. Ho sempre collaborato con questo gruppo e ho avuto la fortuna di imparare da ognuno di loro. Possiamo fare tanto per il futuro e costruire molto per questa città. Non ci sono altri discorsi se non la volontà di lavorare per il bene del territorio”. Scilipoti ha sottolineato come il passaggio riguarderà, con altri tempi, anche il consigliere regionale Gino De Paolis della Lista civica Zingaretti.

Il segretario del Pd locale Stefano Giannini ha parlato di un percorso che “stavamo preparando da tempo. Patrizio ci ha dato modo di parlare con il mondo che rappresenta e una delle priorità sarà proprio incontrare questo mondo che Patrizio porta con sé in modo da poter ascoltare necessità e difficoltà. Un modo per serrare i ranghi anche alla luce dell’inazione dell’amministrazione comunale che ci costringe ad un lavoro di compensazione. Speriamo che questa azione aiuti”.

Il presidente dei dem locali Paola Rita Stella ha dato il suo benvenuto a Scilipoti. “In questo momento difficile per il Pd nazionale – ha detto –  qui a Civitavecchia c’è la speranza di un percorso diverso per parlare ad una comunità che ad oggi soffre molti problemi”.

Presente anche Matteo Vecchi, segretario dei Giovani democratici che ha portato il supporto di tutta la comunità Gd spiegando di apprezzare il fatto che si voglia partire dalle tematiche locali visto che è stato proprio un loro obiettivo, da sempre, mantenere come focus principale i problemi del territorio.

Il consigliere dem Marina De Angelis D’Ossat ha parlato di una “decisione che non può che farmi piacere. La nostra attività politica ne esce rafforzata e si conferma il ruolo centrale del Pd nella componente riformista del centrosinistra. Ora – ha detto – attendiamo che altri consiglieri di opposizione si uniscano a noi”.

Marco Di Gennaro, consigliere del Partito democratico, ha evidenziato che si tratta di un’operazione priva di significati “aritmetici. Ne ha uno più importante ovvero l’adesione al concetto di partito. Di partiti veri, ormai, ne sono rimasti ben pochi e questo “incontro” è un segnale a quella parte di cittadini che non vota. Bisogna comprendere che sono le proposte ad essere fondamentali per creare un’identità e questo è uno sforzo che noi abbiamo cercato di fare e si deve ricordare che il partito nasce dal territorio e bisogna ascoltarne le proposte”.

Il consigliere di opposizione Carlo Tarantino al momento resta fuori dal Pd ma ha voluto ribadire il suo appoggio alle battaglie di un gruppo che continua a lavorare in maniera unita. “Noi siamo un’area e una componente culturale abituata molto a riflettere. Bisogna mettere le istanze come base fondamentale ed è questo che ci differenzia così tanto. Vivo con soddisfazione questo momento. Patrizio è riuscito ad avere il dialogo più aperto con le varie componenti e rappresenta una realtà importante. Le nostre azioni comuni sono ben note. Voglio fare in modo di far entrare altre componenti fondamentali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *