Streaming tv: come cambia il mondo dell’intrattenimento e quali sono le migliori piattaforme del momento

Netflix

Dopo il boom del 2020 lo streaming TV continua a crescere anche nel 2021, con la conferma nel new normal del successo delle piattaforme di contenuti video on demand. Secondo un’analisi di ITMedia Consulting, i servizi di streaming con abbonamento aumenteranno in media del 12% fino al 2024, arrivando a conquistare l’87% del mercato.

Il cambiamento è arrivato inizialmente con le moderne piattaforme di Netflix e Amazon Prime Video, la cui offerta è incentrata su film e serie TV. Oggi in questo settore ad alta crescita le proposte sono sempre più numerose, con opzioni come Now TV, TimVision, Infinity e Disney+. Inoltre, le piattaforme stanno aggiungendo sempre più servizi da offrire ai propri clienti, basti pensare ad Amazon e all’inserimento gratuito delle partite di Champions League su Prime Video.

DAZN, invece, è riuscita ad ottenere l’esclusiva delle prossime stagioni della Serie A, lasciando alla pay TV di Sky soltanto 3 incontri settimanali in condivisione: una svolta epocale per il passaggio dello sport sullo streaming on demand

D’altronde l’offerta di contenuti di queste piattaforme è sempre più ampia, con Netflix che produrrà nel 2021 più di 70 film, mentre Amazon ha acquistato gli studi cinematografici MGM, per aumentare il catalogo di film e serie originali da includere in Prime Video.

 

Come scegliere la migliore piattaforma di streaming TV oggi

L’offerta in costante aumento di piattaforme di streaming non rende semplice scegliere la soluzione più adatta, con il rischio di abbonarsi a un servizio non in linea con le proprie necessità oppure caratterizzato da un catalogo poco competitivo. Fondamentale, quindi, sarà innanzitutto guardare soltanto alle realtà di riferimento per quello che riguarda l’intrattenimento 2.0

A questo proposito, è possibile trovare le migliori tv in streaming su meglioquesto.it, una piattaforma di consulenza digitale in grado di offrire informazioni corrette ed esaustive, dove assistenti competenti aiutano nella scelta del servizio più adatto alle proprie esigenze.

Naturalmente, nella scelta del servizio giusto bisogna considerare diversi aspetti. Per prima cosa, è necessario tenere conto del prezzo dell’abbonamento, confrontando il costo mensile e il tipo di sottoscrizione: giornaliera, mensile, semestrale o annuale. È importante valutare il rapporto qualità-prezzo, analizzando i contenuti proposti e il numero di dispositivi dai quali collegarsi in contemporanea.

Una caratteristica da non sottovalutare è la presenza della disdetta in qualsiasi momento, per poter cancellare l’abbonamento quando si vuole, senza pagare penali o commissioni aggiuntive. Inoltre, è indispensabile analizzare la qualità dei contenuti video, con alcune piattaforme che propongono la risoluzione HD e altre che arrivano fino alla definizione 4K Ultra HD. Anche i servizi integrati vanno valutati con attenzione, per ottenere maggiori vantaggi quando si acquista un piano per lo streaming TV.

 

Quali sono le offerte streaming TV più gettonate in Italia?

Tra le offerte streaming TV più apprezzate c’è senza dubbio Prime Video, la piattaforma multimediale proposta con l’abbonamento Amazon Prime. In questo caso, è possibile sottoscrivere il piano mensile a 3,99 euro, oppure risparmiare con l’abbonamento annuale pagando 3 euro al mese. Nel pacchetto sono comprese le spedizioni veloci e gratuite per gli acquisti sul marketplace di Amazon, l’accesso a Prime Reading dove scaricare gli eBook e a Prime Music per l’ascolto della musica in streaming.

L’alternativa più gettonata è ovviamente Netflix, la piattaforma per vedere film, serie TV e documentari in streaming, con la possibilità di scegliere tra vari piani con un costo che al momento va da 7,99 a 15,99 euro al mese. 

Per i bambini e la famiglia l’offerta più interessante è senz’altro Disney+, la piattaforma ufficiale del colosso USA per l’intrattenimento per i più piccoli. In questo caso, attualmente il costo dell’abbonamento è di 7,49 euro al mese con il piano annuale, oppure di 8,99 euro al mese con la sottoscrizione mensile.

Tra gli operatori italiani una proposta da considerare è quella di Infinity, con cui al giorno d’oggi è possibile scegliere tra l’abbonamento mensile (7,99 euro al mese), quello semestrale (6,50 euro al mese) o annuale (5,75 euro al mese). 

Per assistere allo sport in streaming esistono invece due opzioni principali. La prima è Now TV di Sky, con un prezzo fissato al momento sui 14,99 euro al mese, la seconda è DAZN, messa a disposizione con un costo mensile di 9,99 euro al mese e le partite della Seria A TIM in esclusiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *