Rifiuti, l’invaso di Civitavecchia è colmo. La Raggi ha inondato la Città di Traiano di monnezza

CIVITAVECCHIA – La discarica di Civitavecchia chiuderà il 15 settembre. È quanto emerso nel corso di una videoconferenza, svoltasi davanti al prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, alla presenza del sindaco della Capitale Virginia Raggi, l’assessore ai Rifiuti di Albano Laziale, Maurizio Sementilli, rappresentanti della Regione Lazio, di Ama e della Ecoambiente, titolare del sito di Albano Laziale, riaperto con ordinanza urgente da Città metropolitana per un massimo di 190 giorni.

Civitavecchia, che da mesi ormai è stata chiamata a fornire soccorso a Roma per un’emergenza rifiuti senza fine, vedrà quindi esaurita la sua discarica nell’arco di un mese, con le istituzioni che dovranno trovare un’alternativa. Gli occhi sono puntati ovviamente su Viterbo ma anche alle prossime elezioni di ottobre quando finalmente il peggior sindaco della storia di Roma potrebbe essere finalmente spodestato

4 Replies to “Rifiuti, l’invaso di Civitavecchia è colmo. La Raggi ha inondato la Città di Traiano di monnezza

  1. dopo la chiusura ci penserà Ernesto Tedesco a bonificare e vigilare per mantenere in sicurezza la zona circostante la discarica.
    La strada diventerà un sito a cielo aperto come a Santa Maria Capua Vetere.
    Vedremo…

  2. Sono sempre quello di prima … mi dite cosa significhi controllo … moderazione, non si accettano le rimostranze di un libero cittadino onesto lavoratore in regola con tutte le gravose tasse a carico, Imu (al massimo previsto) Irpef nazionali regionali comunali tasse immondizia (pesanti) e quant’altro. Non è costituzionale alcuna censura fuori luogo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *