Rave Party a Valentano: giovane invia le coordinate ai carabinieri

“Si sapeva già da due settimane che ci sarebbe stata la festa,-  ad affermarlo uno dei giovani invitati al Rave party che sta facendo infuriare il Paese, in un video pubblicato da Repubblica –  non si sapeva ancora dove, perché le coordinate vengono inviate quando è completo il montaggio dell’impianto acustico. A me sono arrivate il 13 agosto a mezzanotte e le ho prontamente girate al comando dei carabinieri di Pitigliano”. Questa volta il ragazzo, abituato a questi raduni “la mia prima festa a sette anni in Repubblica Ceca con i miei genitori” non accetta l’ invito, ma decide di collaborare con le forze dell’ ordine, “mi sono distaccato dal movimento , soprattutto In questo preciso momento storico. Parte sempre tutto dai social prima si usavano facebook e whatsapp ed ora telegraph,  molto più selettivo, chiede maggiori informazioni e anche la foto. Ci sono gli organizzatori, crew, che vanno a montare aiutati da ragazzi della zona, per quanto riguarda l’ uso di droghe, questo  è del tutto personale”.

Già da tempo si sapeva del rave party che ha radunato migliaia di persone da tutta Europa  e qualcosa sicuramente non ha funzionato, ne è convinto anche il proprietario del terreno e imprenditore della Tuscia, Piero Camilli “Denuncio tutti. La mia azienda sta subendo gravi danni – ha commentato  – vedendo questa situazione mi vergogno di essere italiano. Non è possibile che nessuno sapesse ciò che stava per accadere, ci sono state gravi mancanze, qualcuno dovrà assumersene la responsabilità”.

 

 

 

 

4 Replies to “Rave Party a Valentano: giovane invia le coordinate ai carabinieri

  1. Ma questo ragazzo deve farsi i fatti suoi. Sta sicuro che capiscono chi sei e ti bannano sui gruppi per sempre.

    1. Ha fatto bene invece! Noi italiani dobbiamo seguire le regole e, chiunque arriva da fuori, può fare come gli pare??? Non esiste! Devono pagare per quello che stanno combinando!

      1. Appunto. Ma tutti quelli che la pensano come Toti parlavano anche di questi qui?
        Perché mi tornano in mente le dichiarazioni di Toti sui vaccini e i giovani.
        “Serve l’obbligo vaccinale per gli over 50. I più giovani hanno già fatto troppi sacrifici”
        “Lockdown per chi non si vaccina: siete voi che limitate la nostra libertà”.
        “Non si può far gravare un ulteriore peso di questa pandemia sulle spalle dei ragazzi: con i loro sacrifici, dalla didattica a distanza alle serate in casa durante il lockdown, hanno già garantito la salute di nonni e genitori. Ora basta”

    2. Feccia umana… Figli dei quali i genitori dovrebbero vergognarsi, come io mo vergogno di essere italiano perché quando uno Stato non riesce sul suo territorio a far rispettare le proprie leggi, ebbene questo è uno Stato farlocco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *