Civitavecchia Porto – AdSP convoca Seport per una immediata revisione dei livelli minimi dei servizi

Musolino: “Standard di qualità da assicurare, a prescindere dai tagli resi necessari dalla situazione di bilancio ereditata”

CIVITAVECCHIA – L’Autorità di Sistema Portuale ha convocato la società Seport, concessionaria del servizio di raccolta dei rifiuti e cura del verde nel porto di Civitavecchia, per una immediata revisione dei livelli minimi dei servizi ad essa affidati.

“Uno standard di qualità e quantità del servizio – dichiara il presidente Pino Musolino – deve essere assicurato, a prescindere dai tagli ai corrispettivi riconosciuti all’azienda, a seguito della ormai arcinota situazione di bilancio ereditata dalle precedenti gestioni dell’ente. Stiamo applicando quanto previsto nel piano di risanamento, strumento che si è reso necessario per evitare il default dell’Adsp, stiamo tutti facendo dei sacrifici, ma alcune situazioni che si stanno venendo a creare non sono in ogni caso accettabili”.

Durissimo il presidente dell’AdSP che continua: “Sappiano – dice – personaggi e personaggetti locali che nell’opera di risanamento che stiamo portando avanti per questo ente, a beneficio dell’economia della città e del territorio, non saranno certo “rumori di fondo” o “disturbi della banda di frequenza” di vario genere a limitarci, inibirci o intimorirci. Un modus operandi – tuona – ormai trito e ritrito che, negli anni passati, per alcuni ha portato risultati positivi, ma che non sono certo stati risultati positivi per il porto, per Civitavecchia e per il suo territorio. Ritengo che sia arrivato il momento di superare una volta per tutte questa fase, non per noi stessi, bensì per poter garantire quel futuro positivo al quale, con le proprie potenzialità, Civitavecchia ha tutto il diritto di ambire”.

Per Musolino è chiaro “che ci troviamo in una situazione non facile, come del resto abbiamo sempre evidenziato fin dall’inizio, fin da quando abbiamo detto a chiare note che in questa prima fase di risanamento e ripartenza dell’ente sarebbero stati necessari impegno, dedizione e predisposizione al sacrificio da parte di molti. È altrettanto chiaro – conclude – che la partita è solo all’inizio e che noi, come amministrazione, faremo la nostra parte fino in fondo. Mi auguro che sia un sentimento e un atteggiamento condiviso da tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *