La pasticceria italiana vince la coppa del mondo: tre giovani sul podio

LIONE –  Parte l’ inno di Mameli e l’arena di Sirah va in visibilio, sono tre ragazzi italiani a salire sul podio della competizione mondiale “Coupe du monde de la pãtisserie”, andata in scena ieri: Lorenzo Puca, Massimo Pica e Andrea Restuccia, capitanati dal coach Alessandro Dalmasso, della nota Pasticceria Dalmasso,  hanno trionfato con i colori italiani.

Precisione, concentrazione, fantasia e sacrificio (Il Team italiano dei pasticceri si è allenato ogni giorno a ritmi serrati dalle 7 alle 22),hanno permesso di aggiudicarsi il prestigioso premio, con opere d’arte dedicate alla natura. Lorenzo Puca, 32 anni, colui che trasforma lo zucchero in arte; il ventottenne Andrea Restuccia, “l’ uomo del ghiaccio”,  che quest’anno ha dovuto sfoderare le sue doti da pasticcere essendo stata eliminata dal nuovo regolamento la prova di scultura del ghiaccio e Massimo Pica, 36 anni, il nuovo candidato del cioccolato, hanno avuto 10 ore per realizzare il dessert al cioccolato da condividere, la torta gelato, il dessert da ristorante, la scultura di zucchero alta 165 cm e, con la stessa altezza, una pièce al cioccolato.

Il dessert da ristorante 

Tra le novità in concorso, il dessert da ristorante sostituisce il dessert al piatto delle passate edizioni. Lo spiega il nuovo presidente Pierre Hermé: “L’obiettivo è quello di promuovere la professione di pasticcere da ristorante e la collaborazione tra lo chef e il pasticcere. La giuria ha prestato particolare attenzione alla combinazione di sapori e trame scelte, alla preparazione: tutto è stato servito “à la minute”, come un piatto mandato al ristorante”. E per giudicare questa categoria è stata istituita anche una commissione apposita composta da cinque pastry chef e tre chef: Sébastien Vauxion; Brandon Dehan; Giuseppe Amato; Jordi Roca; Eunji Lee; Glenn Viel; Sang Hoon Degeimbre; Dominique Crenn.
E’ la terza volta che l’ Italia vince il titolo mondiale, tra gli altri vincitori, secondo il Giappone, terza la Francia; premio alla sostenibilità alla Svizzera, premio allo spirito di squadra al Cile.

I vincitori 

Lorenzo Puca. Nato a Pescara il 12 maggio 1989, ha avuto fin da piccolo la passione per la cucina e tutto ciò che la concerne. All’età di 13 anni comincia il suo percorso come aiuto cuoco in vari ristoranti di Pescara. A 18 anni  lascia Pescara per trasferirsi in Romagna come pasticcere d’albergo, poi  a Milano per circa 3 anni, dove lavora per due grandi aziende, la pasticceria Panarello e la pasticceria Cova.

Approfondisce le sue conoscenze formandosi nelle migliori scuole d’Italia sotto i più grandi maestri.

La sua esperienza più intensa fu quella presso la pasticceria Veneto di Iginio Massari, dove ebbe l’opportunità di mettere in atto le più alte tecniche della cultura pasticcera.

Torna in Abruzzo e inizia a partecipare ai più importanti concorsi dello scenario nazionale.

  • 2015 – Primo classificato al Campionato Italiano di Pasticceria e Cioccolateria Seniores al Sigep di Rimini. Con premio speciale per il miglior dessert al cioccolato.
  • 2015 – Secondo classificato al talent show televisivo di RAI 2 “Il Piu Grande Pasticcere”.
  • 2016 – Miglior Dessert monoporzione al cioccolato al concorso internazionale “The Star of Chocolate”- Sigep di Rimini
  • 2016 – Miglior Eclair al cioccolato al concorso internazionale “The Star of Chocolate” – Sigep di Rimini
  • 2016 – Miglior Cioccolato in tazza e mignon al concorso internazionale “The Star of Chocolate” – Sigep di Rimini
  • 2018 – vince il titolo di Campione italiano di Pasticceria Seniores e conquista la medaglia d’oro nella specialità pièce zucchero, entrando a far parte così del team Italia che gareggerà alla Coupe du Monde de la Pâtisserie a Lione nel 2019.
  • Gennaio 2019 partecipa alla Coupe du Monde de la Pâtisserie a Lione e conquista il podio con la nazionale italiana (medaglia di bronzo).

Attualmente è Pastry Chef presso la pasticceria Pannamore di Vasto.

Dal 2017 far parte dello staff dei docenti di pasticceria della Sweetest school.

 

Massimo Pica nasce il 2 febbraio 1985 a Nocera Inferiore (Salerno).
Consegue il diploma tecnico dei servizi alberghieri e ristorativi nel 2004 presso l’istituto Roberto Virtuoso a Capaccio (Salerno) con valutazione 100/100.
Dopo alcuni anni nel mondo della ristorazione sceglie la pasticceria, il ramo dolce della cucina. Inizia a perfezionarsi con professionisti internazionali del settore partecipando a molti corsi internazionali tra i quali: nel 2008 corso di pasticceria con il Maestro Eliseo Tonti, nel 2009 corso di decorazione e oggettistica pasquale con il Maestro Pier Paolo Magni, corso sulla conservabilità delle praline con i maestri Tonti e Antoniazzi, corso di marmellate e confetture con i maestri Morandin e Antoniazi, nel 2012 corso di pasticceria moderna con il maestro Gianluca Fusto, corso sui grandi lievitati con i maestri Rolando e Francesca Morandin, nel 2013 corso di pasticceria moderna presto École du grand chocolat in Francia, corso tecnico tattile di cioccolateria presso École du grand chocolat in Francia e nel 2014 corso di cioccolateria artistica con il Maestro Davide Malizia. Nel 2006 apre la sua prima attività di pasticceria a Milano e nel 2013 la seconda. Oltre che imprenditore pasticcere, docente di pasticceria in diverse scuole rinomate per la pasticceria, pubblicando con successo il suo primo libro intitolato “Gusti, Cromie, Texture” nel febbraio del 2015.
Da sempre partecipa a numerose manifestazioni conseguendo ottimi risultati: Nel 2008 torna nella sua terra e vince il concorso enogastronomico Sapori del Cilento aggiudicandosi tutti i premi della competizione, nel 2012 viene insignito del prestigioso premio Roberto Virtuoso e inizia la sua collaborazione periodica con l’Associazione cuochi Salernitani, portando nella sua terra d’origine le innovazione della pasticceria internazionale.
Nel novembre del 2014 vince la medaglia d’argento alla Coppa del Mondo di Cucina e Pasticceria di Lussemburgo.
A maggio del 2016 ha partecipato a un corso di Viennoiserie e, dopo l’apertura, con grande successo, della propria scuola di pasticceria “Pica pastry school”, il 21 giugno 2016, parteciperà al corso dell’Ecole Valrhona in Francia tenuti da uno tra i più grandi Maestri della pasticceria mondiale: Derek Poirier.

 

Nato a Roma nel 1993, Andrea Restuccia sin da giovanissimo intraprende la professione di pasticcere ottenendo il diploma in Servizi ristorativi. La sua carriera è costellata di successi: nel 2016 vince il concorso di pasticceria organizzato da Icam per festeggiare i 70 anni e nello stesso anno conquista il Premio “Campione di Pasticceria Senior 2016”, al quale partecipa con il dolce “Perla Nera”. Nel 2018, poi, si qualifica per la finale della Coppa del Mondo di Pasticceria di Lione 2019, dove rappresenterà l’Italia nella categoria “ghiaccio”.
La formazione per il giovane Restuccia, però, non è finita, in quanto frequenta periodicamente corsi di aggiornamento presso le migliori scuole. Dopo aver fatto esperienza presso prestigiosi ristoranti, pasticcerie e hotel, attualmente lavora a Foligno nella Pasticceria Beddini, dove si occupa di dolci moderni, semifreddi, mignon e lavorazione di cioccolato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *