Concorsopoli di Allumiere – L’opposizione attacca: “Compiti passati alla madre di un candidato? Pasquini non smentisce riferisca in consiglio”

“Ci saremmo aspettati una sua immediata smentita, una sua immediata denuncia, dal momento che la sua giunta ha già assegnato un incarico legale preventivo proprio per tutelare Allumiere da eventuali ignominie. E invece non abbiamo notizia di niente”

ALLUMIERE – Riceviamo e pubblichiamo: “Abbiamo chiesto più volte a Pasquini di smentire la pesante accusa formulata, non solo da Etruria News, ma anche da vari giornali nazionali (Repubblica, La Verità, Il Messaggero), secondo la quale avrebbe passato un compito alla madre di una candidato.

Pasquini non ha proferito parola, né per difendere se stesso, né per difendere Allumiere, comunità della quale, se non se n’è accorto qualcuno glielo dica, è sindaco.

Ci saremmo aspettati una sua immediata smentita, una sua immediata denuncia, dal momento che la sua giunta ha già assegnato un incarico legale preventivo proprio per tutelare Allumiere da eventuali ignominie. E invece non abbiamo notizia di niente.

Arrivati a questo punto, abbiamo deciso di chiedere un consiglio comunale aperto, in modo che possa partecipare tutta la popolazione di Allumiere.

Così, anche se Pasquini non sa cosa dire alla stampa e si sottrae, non potrà sottrarsi dal dover rendere conto direttamente al suo popolo”.

I Consiglieri Comunali

Simone Ceccarelli (LeU/Art.1)

Giovanni Sgamma (FI)

Alessio Sgriscia (FDI)

Roberto Taranta (M5S)

One Reply to “Concorsopoli di Allumiere – L’opposizione attacca: “Compiti passati alla madre di un candidato? Pasquini non smentisce riferisca in consiglio””

  1. Non capisco perche’ nonostante tutte le prove tangibili la prima fra tutte quella relativa alle dimissioni di Buschini , il quale non avrebbe mai pensato di dimettersi se il concorso fosse stato tutto regolare. Il messaggio che stanno passando le istituzioni e’quello che prima di fare un concorso devi trovarti, assolutamente, chi ti raccomanda, altrimenti e’ inutile che uno si avventuri in queste sceneggiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *