Tolfa – Monsignor Dal Covolo celebra Messa nel santuario di Santa Maria della Sughera

Il presule, figura di rilievo all’interno del Vaticano e assessore del Pontificio comitato di Scienze storiche, è stato accolto dalla sindaca Stefania Bentivoglio

TOLFA – Tolfa ancora una volta meta di visita di illustri uomini. Domenica scorsa il paese collinare ha potuto beneficiare di un’importante presenza, quella cioè di Monsignor Enrico Dal Covolo, figura di rilievo all’interno del Vaticano, nonché dal 15 gennaio 2019 assessore del Pontificio comitato di Scienze Storiche.

Monsignor Dal Covolo negli anni ha sempre ricoperto incarichi di grande spessore: è stato Rettore della Pontificia Università Lateranense dal 2010 al 2018 e dal 2019 è Presidente del Comitato Scientifico dell’Accademia Bonifaciana.

Monsignor Dal Covolo domenica mattina ha celebrato la santa messa insieme al neo parroco Don Martin presso il Santuario di Santa Maria della Sughera; questa è stata una prestigiosa occasione per il comune di Tolfa e per la sindaca Stefania Bentivoglio, la quale ha intrattenuto il presule con il saluto istituzionale e lo ha lietamente accolto nell’aula Consigliare del palazzo Comunale di Tolfa.

“Ringrazio infinitamente Monsignore Dal Colo – ha evidenziato la sindaca Stefania Bentivoglio – per la visita istituzionale presso il nostro paese. Sono felicissima ed onorata di poterlo ricevere e di porgerli i saluti e i ringraziamenti a nome di tutti i cittadini”. Per l’occasione, al fianco della sindaca, sedeva l’assessore alle Politiche sociali Alessandro Tagliani che oltre a salutare e ringraziare il vescovo ha anche spiegato ai presenti le onorificenze ricevute da Monsignor Dal Covolo.

La sindaca Bentivoglio e l’assessore Tagliani hanno poi accompagnato monsignore Enrico Dal Covolo in una visita guidata nella Villa comunale e il presule è rimasto entusiasta per la cura e la bellezza del verde e delle strutture. Stesso entusiasmo è stato dimostrato da Monsignor Dal Covolo per l’ospitalità e la gentilezza con cui Tolfa lo ha accolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *