Natale in jazz a Cascia: il Santuario di Santa Rita ospita il Sacred Concert di Duke Ellington nella Sala della Pace

Il “Sacred Concert” per solista, coro e orchestra approda nella Valnerina grazie a un progetto di sviluppo regionale europeo che vede capofila il Comune di Cascia e la Regione Umbria

CASCIA – Cascia, una delle perle dell’Umbria intrise di spiritualità e natura, ospiterà un imperdibile appuntamento musicale di alto valore artistico e culturale.

Martedì 7 dicembre alle 18:30 alla Sala della Pace del Santuario di Santa Rita da Cascia sarà presentato il “Sacred Concert” di Duke Ellington nella riduzione per Soprano, Coro e Nonetto.

Ad eseguirlo, un organico artistico di eccellenza costituito dalla soprano solista Marta Raviglia, da un ensemble vocale di oltre 20 elementi afferenti dal Coro dell’Università degli Studi di Perugia e l’Ensemble Libercantus (dei Maestri Marta Alunni Pini e Vladimiro Vagnetti) e da una combo di 9 musicisti della jazz orchestra “Perugia Big Band” diretta da Massimo Morganti.

Duke Ellington è stato un songwriter, pianista, arrangiatore e bandleader statunitense ormai entrato nel mito.

Un genio del XX secolo universalmente conosciuto per la sua enorme influenza nel mondo della musica jazz e non solo, che negli ultimi anni della sua vita compose anche memorabili partiture a tema sacro come questo presentata a Cascia.

I Concerti Sacri di Duke Ellington sono infatti un’opera importante e unica nel suo genere: tre concerti sacri per big band, coro e voce solistache a più riprese fra il 1966 e il 1974 furono commissionati al compositore americano da alcune chiese ed istituzioni (primo: Grace Cathedral di San Francisco commissionato dall’episcopato della California; secondo: Cattedrale di San John the Divine di New York commissionato dall’episcopato di New York; terzo: Abbazia di Westminster di Londra per il 25° anno delle Nazioni Unite comm. dal Presidente Sir Colin Crow).

Il concerto di Cascia prevede l’esecuzione dell’arrangiamento musicale di John Hoybye e Peder Pedersen, adattato dal M° Morganti per solista, coro e formazione strumentale ridotte rispetto all’originale. Un mix stilistico con un libretto intriso di spiritualità, libertà , pace che ruota attorno alla chiave centrale dello swing, con il coro e la voce solista che si alternano, si sovrappongono e dialogano con la jazz band. I brani si fondono con ritmo ed eleganza, dando vita ad un programma musicale strepitoso ma soprattutto coinvolgente per tutti.

A Ellington l’associazione culturale Perugia Big Band aveva già dedicato un progetto di turismo itinerante sviluppato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e il patrocinio dell’Assemblea legislativa della Regione Umbria, presentato a Monte Castello di Vibio, Compignano di Marsciano, Panicale, Perugia, Gubbio e Norcia.

L’evento è promosso dal Comune di Cascia grazie alla disponibilità della Comunità Agostiniana di Cascia che con la consueta generosità e collaborazione ha messo a disposizione la Sala della Pace di proprietà del Monastero di Santa Rita. La realizzazione è stata possibile grazia al fondo di cofinanziamento dell’offerta turistica e POR FESR 2014-2020 Azione 8.7.1. Progetto “CASCIA TRA SPIRITUALITA E NATURA”.

L’ingresso al concerto di Cascia è libero con prenotazione obbligatoria e green pass, posti disponibili: 320.

Dato che i posti sono limitati, è consigliabile affrettarsi a prenotare. A tale scopo è attivo il numero 075 3721618 e l’email: prenotazioneconcertocascia@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *