Omicidio di Natale – La lite tra i nigeriani a Viterbo causata da una doccia di troppo

VITERBO – La morte del 28 Nelson avvenuta a causa delle coltellate inferte all’addome dal connazionale Enogieru avvenuta per una lite banale, una doccia.

Secondo le prime testimonianze raccolte dagli inquirenti sarebbe stata questa la causa a scatenante del litigio tra i due nigeriani finito la vigilia della notte di Natale con l’accoltellamento di uno dei due, morto poi in ospedale.

Tra i due non correva buon sangue e frequenti, infatti, sarebbero stati i litigi.

Enogieru Orobosa, di 28 anni nato in Ghana ma di cittadinanza nigeriana, si stava facendo la doccia quando è rincasato il coinquilino, Christofer Nelson, di 31 anni e tra i due sono subito volate parole grosse.

Al culmine del litigio Enogieru Orobosa è stato raggiunto da un fendente all’addome.

A quel punto, il giovane ferito avrebbe chiesto al coinquilino di chiamare i soccorsi, ma questo, non si sa spaventato, confuso o per altro motivo, si è allontanato dalla casa.

Enogieru Orobosa è stato comunque soccorso e trasportato in ospedale dove è morto mentre veniva sottoposto a un intervento chirurgico.

La polizia accorsa nell’appartamento di via Marini ha trovato Christofer Nelson e lo ha arrestato per l’omicidio dell’amico.

Non è stata ancora trovata l’arma del delitto, un grosso coltello da cucina, con cui è stato ucciso Orobosa Enogieru.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *