Bracciano – Serata di grande cucina ai piedi del castello, con la chef Claudia Catana

Ad accompagnare la proposta di pesce nel suggestivo ristorante della nota chef, gli eccellenti vini della Kurtin, Collio Doc

BRACCIANO – Ai piedi di una delle più belle dimore rinascimentali d’Europa sorge il ristorante “Cucina ai Monti” di Claudia e Aldo, intorno alle mura del meraviglioso Castello di Bracciano, il talento della trentottenne chef Claudia Catana è pronto per essere servito. Originaria di Sibiu in Transilvania, ma da quasi vent’anni tra fornelli italiani, inizia a Roma la sua carriera: stage con Giuseppe Sestito al ristorante Mirabelle, una stella Michelin, sulla terrazza dell’Hotel Splendide Royal di Roma, poi a Villa Letitia con la stella Michelin Danilo Ciavattini, ad Aroma con Giuseppe Di Iorio, una stella Michelin sulla terrazza di Palazzo Manfredi, con vista Colosseo. Dopo una parentesi ad Ibiza, decide di tornare in Italia e aprire il suo primo locale insieme al collega Aldo. E’ marzo 2020, subito arriva la pandemia e la chiusura, ma Claudia continua a darsi da fare, talmente tanto, che a settembre 2021 vince il  Il Bia cous cous worldchampionship, di San Vito Lo Capocon il suo cous cous idratato da zuppa d’agnello, accompagnato da confettura di rabarbaro e salsa di olivello spinoso, bacca superfood, cipolla bianca, tuorli d’uovo, panna acida e alloro (leggi tutto).

Per celebrare  i suoi prelibati piatti, domani 15 giugno propone una speciale serata di pesce  con degustazione di vini della Kurtin Cormons, Collio DOC, famosa in tutto il mondo per la produzione dei suoi eccellenti vini bianchi

 

Per info e prenotazioni: cell. 334 211 3113 – info@cucinaaimonti.com

SERATA DEGUSTAZIONE (2)

One Reply to “Bracciano – Serata di grande cucina ai piedi del castello, con la chef Claudia Catana”

  1. MERCOLEDI’ 22 LA PRESENTAZIONE DI JAZZ’INN RASSEGNA SU INNOVAZIONE, SOSTENIBILITÀ E CULTURA NELLE AREE INTERNE

    Giunto alla sesta edizione si svolgerà a Bracciano (Roma) dal 27 giugno al 2 luglio e a Roseto Capo Spulico (Cosenza) dal 27 settembre al 1° ottobre. Spazio al dialogo e alla costruzione di idee tra amministrazioni pubbliche, pmi, investitori privati, start- up e centri ricerca

    ROMA, 20 GIU – Si terrà mercoledì 22 giugno alle 15.30, con un webinar, la presentazione dell’edizione 2022 di Jazz’Inn, l’originale format di open innovation ideato dalla Fondazione Ampioraggio, giunto quest’anno alla sua sesta edizione e patrocinato dal MIBAC e dal MIMS. Dalla sua nascita, l’appuntamento ha favorito decine e decine di investimenti grazie proprio alle collaborazioni e alle sinergie tra domanda e offerta di innovazione, nel segno dello sviluppo sostenibile e della cultura, capace di costruire nell’arco di pochi anni una rete importante tra aziende, amministrazioni pubbliche, investitori, start-up, piccole e medie imprese innovative, centri ricerca e professionisti. Un’occasione per coinvolgere oltre quaranta Case-givers, confrontarsi e raccogliere idee per i loro progetti, grazie a dei tavoli tematici, ai workshop e agli incontri One-to-One con i partner della Fondazione.

    Dopo un’ampia selezione, alla quale hanno partecipato oltre centocinquanta comuni, l’edizione 2022 di Jazz’Inn, quest’anno dedicata al 30esimo anniversario della morte di Falcone e Borsellino, prevede due tappe. La prima si terrà a Bracciano (provincia di Roma), dal 27 giugno al 2 luglio, mentre la seconda è prevista a Roseto Capo Spulico (provincia di Cosenza), dal 27 settembre al 1° ottobre.
    “Saranno delle giornate di open innovation, un vero e proprio laboratorio dove non ci limiteremo a parlare di innovazione, ma tenteremo di farla”, sostiene Giuseppe De Nicola, Direttore della Fondazione Ampioraggio, “ci prendiamo l’impegno di produrre davvero coesione, di realizzare i progetti di cui si discuterà e fare in modo che una buona parte di quelle idee si realizzino, soprattutto se ricercate nei borghi d’Italia, perché non esistono periferie e anche un borgo può diventare luogo di sviluppo sostenibile e innovazione. Cercheremo di arrivare alla Carta di Roseto grazie all’Inchiostro di Bracciano”.

    Alla conferenza stampa di presentazione di mercoledì 22 interverranno tra gli altri, Flavia Marzano, presidente comitato scientifico della Fondazione Ampioraggio, Marco Crocicchi sindaco di Bracciano, Rosanna Mazzia sindaca di Roseto Capo Spulico e presidente dell’associazione Borghi autentici, Elvira Marasco presidente associazione Women20, Giuliano Ciano portavoce Forum nazionale agricoltura sociale, Guglielmo De Gennaro, responsabile appalti innovativi AgID.
    Sarà possibile seguire live la presentazione sui social della Fondazione Ampioraggio.

    Nb. Per i giornalisti è possibile collegarsi al seguente link:
    https://us02web.zoom.us/webinar/register/7116554493797/WN_yDADfG8iSP2UlFGVC4_rng

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *