Cerveteri – Primo consiglio dell’era Gubetti con l’alleata Belardinelli e il pallino per la geologia di Pascucci

La consigliera comunale (ex candidata sindaco) protagonista della disputa con Moscherini e i suoi sodali artefici della cazzottata da saloon allo spoglio del ballottaggio, dovrebbe spiegare qualcosina ai cittadini sul marito geologo e non solo

CERVETERI – Ci siamo. Oggi va in scena il primo consiglio comunale dell’era Gubetti. Una vittoria inaspettata che passerà più alla storia per l’aggressione ai militanti di Fratelli d’Italia e il tradimento consumato a danno di Gianni Moscherini che per altro.

Anzi. Anche altro, tipo l’ex sindaco Pascucci detto “er bretella” protagonista di goliardate da caserma per dare sfogo alla doppia figura alla Emilio Fede rimediata a Ladispoli e subito dopo nella “sua” Cerveteri dove ha racimolato una manciata di voti. Nonostante questo è pronto a dimettersi da consigliere proprio a Ladispoli per andare a fare il presidente del consiglio a Cerveteri.

Pascucci “er bretella” in azione

In queste ore però a tenere banco sono i rapporti tra la BelardinelliPascucci e gli affidamenti assegnati a tale dottor Roberto Agnolet che dicono essere il marito proprio dell’ex candidata sindaca.

In effetti a leggere le determine di affidamento e liquidazione si nota con particolare assiduità l’attenzione che il sindaco Alessio Pascucci ha dedicato alla geologia e alla conoscenza del sottosuolo cerveretano.

Anche l’allora consigliera d’opposizione Anna Lisa Belardinelli era molto attenta ai problemi legati al sottosuolo e lo dimostrano questi post su Facebok che portano la sua firma:

Incarichi su incarichi per un totale complessivo di diverse decine di migliaia di euro che il coniuge della Belardinelli ha ottenuto, legittimamente, svolgendo l’attività professionale di geologo. Come al solito si parla di opportunità politica e forse se Moscherini avesse letto prima queste carte di certo non si sarebbe fatto “fregare” alleandosi con la Belardinelli dimostratasi, dal punto di vista squisitamente politico, tutt’altro che affidabile. Date una letta alle carte che pubblichiamo sotto; fatevi rapidamente due conti e giudicate voi se la candidata sindaco delle liste civiche contrapposte a Moscherini, cacciata da Fratelli d’Italia, poteva essere considerata un alleato affidabile:

 

COPIACONFORMEDAD (1)

 

COPIACONFORMEDAD

 

COPIACONFORMEDOL

 

COPIACONFORMEDOL (1)

 

COPIACONFORMEDOL (3)

 

COPIACONFORMEDOL (4)

 

COPIACONFORME (1)

 

COPIACONFORME (2)

 

COPIACONFORME (3)

 

COPIACONFORMEDOL (5)

 

COPIACONFORMEDOL (6)

Chissà se oggi, durante il primo consiglio comunale, l’arguto Gianni Moscherini chiederà conto di tutto questo. Chissà…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.