Santa Marinella – Matteo Renzi ha presentato “Il Mostro”, libro verità sulle inchieste giudiziarie che lo riguardano

Tra imitazioni di Berlusconi, Salvini e video su Grillo, ieri sera alla terrazza del Porticciolo, ha fatto il pienone (anche di applausi)

SANTA MARINELLA – Marietta Tidei, consigliera regionale di Italia Viva, ha organizzato sulla “terrazza del porto” la presentazione dell’ultimo libro scritto dal leader del suo partito Matteo Renzi.

Sarà stato il grande caldo, la magica cornice della Perla del Tirreno, la presenza della bellissima Maria Elena Boschi che qui si riposa dalla fatiche romane, fatto sta che Matteo Renzi ha catalizzato l’attenzione di centinaia di persone che la grande terrazza non è riuscita a contenere tutti.

Marietta Tidei era raggiante e ne aveva ben donde. Non solo l’evento da lei organizzata ha fatto il tutto esaurito ma era molte le delegazioni di Italia Viva provenienti dal territorio. Viterbo, Guidonia, Montalto di Castro, Civitavecchia, Bracciano, Ladispoli, Fregene e Fiumicino.

C’era un parterre di tutto rispetto. Dal sindaco di Santa MarinellaPietro Tidei ai deputati e senatori di Italia Viva quali Luciano NobiliEttore RosatoMaria Elena BoschiMaria Chiara Gadda, Sara Moretto e la ministra per le pari opportunità e la famiglia del governo Draghi, Elena Bonetti.

Detto questo tuffiamoci nell’evento show di Renzi perché di uno spettacolo si è trattato.

“In questo libro racconto dei fatti. Atti e fatti. Non ci sono commenti, suggestioni, analisi sociologiche. Ci sono dei dati di fatto che forse vi faranno pensare. Hanno arrestato i miei genitori con un provvedimento subito dopo annullato, hanno sequestrato i telefonini ai miei amici non indagati, hanno cambiato nomi nei documenti ufficiali per indagare sulle persone a me vicine, hanno scritto il falso in centinaia di articoli, hanno pubblicato lettere privatissime tra me e mio padre, mi hanno fotografato negli autogrill e mentre uscivo dal bagno di un aereo, hanno controllato e pubblicato tutte le voci del mio estratto conto, hanno violato la Costituzione per controllare i miei messaggi Whatsapp. Io non voglio fare la vittima. Voglio raccontare ciò che è successo dicendo perché ho scelto di combattere a viso aperto contro le ingiustizie.

Perché ho scelto di denunciare in sede civile e penale, convinto che la legge sia uguale per tutti. Per i politici, certo. Ma deve essere uguale per tutti davvero, anche per certi magistrati, anche per certi giornalisti. E mentre racconto atti e fatti che mi hanno reso un mostro agli occhi di molti miei connazionali, torno a confessare che io rifiuto il vittimismo. Perché io sono e resto un uomo felice. Chissà che sia questo ciò che – alla fine – non mi perdonano”. Matteo Renzi replica punto per punto alle accuse che gli sono state rivolte dalla Procura di Firenze: “Non accetterò di stare in silenzio davanti a fake news e diffamazioni varie”. “Il Mostro” è una ricostruzione lucida e allo stesso tempo accorata del funzionamento della giustizia italiana e di un certo legame con taluni organi di informazione. Una ricostruzione che, tassello dopo tassello, evidenzia come il cattivo uso di un potere costituito possa distruggere la carriera e la vita di ogni singolo cittadino, non solo di personaggi pubblici.

 

,

 

 

Santa Marinella – L’assessora viterbese Angiani “in trasferta” invita Matteo Renzi a Santa Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *