Effetto marmo: una scelta estetica, ma con interessanti risvolti pratici

Nel corso della storia, il marmo è stato usato come simbolo stesso del lusso, impreziosendo costruzioni nobiliari e veri e propri monumenti: oggi ci sono soluzioni più “democratiche”, che permettono di installare prodotti che richiamano alle magnifiche venature del marmo naturali a costi e caratteristiche tecniche molto più vantaggiose. È il caso delle piastrelle effetto marmo, che ormai hanno poco da invidiare in termini di impatto visivo alle lastre da cui traggono ispirazione.

Molto più di una imitazione

Il progresso tecnologico applicato alla produzione di questi elementi ha consentito di superare gli antichi preconcetti e pregiudizi, e oggi è davvero difficile a occhio nudo tra vero marmo e porcellana effetto marmo. Ne possiamo avere una conferma immediata analizzando le proposte di Iperceramica, uno degli specialisti italiani del settore, che dal sito presenta intere collezioni di gres porcellanato effetto marmo declinato in tantissime finiture, fantasie e applicazioni.

Il primo, grande vantaggio di questi prodotti infatti è che le piastrelle e le lastre di gres effetto marmo danno ottime risposte visive su una varietà di superfici, come pavimentazione da interni ed esterni, pareti, applicazioni in zone bagno, elementi quali  lavabi per bagno o cucina, piani di lavoro, ante di armadi e mobiletti, e più precisamente possono diventare un perfetto complemento d’arredo per un salotto elegante, una cucina di impatto o un bagno raffinato.

Perché scegliere il gres

Dicevamo dei vantaggi del gres effetto marmo rispetto al prodotto “originale”: pur essendo classicamente sinonimo di eleganza e di perfezione, riscoperto negli ultimi anni anche nelle applicazioni di gusto più contemporaneo, il marmo naturale ha sempre presentato alcuni limiti di utilizzo legati alle caratteristiche tecniche del prodotto, quali la delicatezza delle superfici levigate, l’elevato assorbimento con il conseguente rischio di macchiare le superfici, la necessità di utilizzare prodotti per la pulizia specifici e delicati.

Questi inconvenienti “inevitabili” si possono superare grazie proprio al gres porcellanato e agli elementi che riproducono perfettamente le grafiche e le superfici di prodotti naturali quali il travertino, il calacatta, lo statuario, il pulpis e infinite altre varietà di marmi. Lo sviluppo di avanzatissime tecniche di grafica e fotografia, supportate dall’utilizzo di stampanti digitali di ultimissima generazione, ha dato il via alla produzione di prodotti ceramici di altissima qualità, che riproducono in modo perfetto le vene e i colori del marmo naturale, permettendo la scelta fra superfici levigate lucidissime o morbide e opache per riprodurre l’effetto del marmo consumato dall’uso, senza dimenticare gli elementi decorativi dalla superficie tridimensionale disponibili come rivestimento.

Le applicazioni e le tipologie

Se cerchiamo ancora motivi che ci convincano della maggior resa del gres porcellanato, basta pensare che ci sono anche moltissimi formati disponibili, dalle piastrelle di dimensioni tradizionali al mosaico, fino alle lastre di grande formato che rappresentano la tendenza più significativa emersa negli ultimi anni.

La stampa digitale ha portato alla definizione di prodotti in gres porcellanato effetto marmo dalle caratteristiche estetiche davvero straordinarie, con moltissime facce diverse per ottenere un effetto naturale e mai ripetitivo, sfumature identiche a quelle naturali, senza dimenticare la possibilità di riprodurre marmi oramai esauriti in natura.

In definitiva, quindi, il gres porcellanato effetto marmo si rivela un prodotto versatile, con eccezionali prestazioni tecniche e realizzato nel totale rispetto dell’ambiente, fattore sempre più rilevante in questo momento storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.