Viterbo, messa in onore a San Giovanni XXIII, Patrono dell’Esercito

Di Stasio (Aves): “Solo seguendo esempi positivi si può costruire un mondo migliore”

VITERBO – Martedì 11 ottobre, nella Basilica di San Francesco, il Cappellano Militare Padre Marco Limodio ha celebrato una Santa Messa per commemorare l’anniversario della festa liturgica del Patrono dell’Esercito, San Giovanni XXIII.
Alla funzione religiosa ha partecipato il Comandante dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), Generale di divisione Andrea Di Stasio, con i Comandanti e personale dei Reparti AVES dislocati sulla sede di Viterbo, insieme a rappresentanze dell’Associazione Nazionale Aviazione dell’Esercito (ANAE) e degli Allievi Marescialli della Scuola Sottufficiali dell’Esercito.
La celebrazione del Santo Patrono è particolarmente sentita dai baschi azzurri, anche perché l’Aviazione dell’Esercito custodisce, presso la cappella del Comando AVES, una reliquia di Giovanni XXIII, recentemente donata dal Vescovo di Viterbo.
Al termine della messa, il Comandante dell’AVES ha ringraziato tutti per la partecipazione ed ha sottolineato l’importanza dell’esempio dei Comandanti verso i propri soldati: “Solo seguendo gli esempi positivi si può costruire un mondo migliore e noi soldati dell’Esercito abbiamo l’onore di avere la guida spirituale di San Giovanni XXIII”.
Angelo Giuseppe Roncalli, detto il “Papa Buono”, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale fu richiamato nella sanità militare, per esserne poi congedato con il grado di Tenente Cappellano. Nel 2017 è stato proclamato Santo Patrono dell’Esercito Italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *