Viterbo, inizia il Natale di Slow food: Show cooking di pamparito vignanellese, acquacotta e ciliegie di Celleno

Per i più laboratorio di piccoli dolci decorazioni natalizie insieme alla food blogger Vittoria Tassoni

VITERBO – Manca ormai poco all’inizio della seconda Edizione di Natale Slow. Un ciclo di eventi enogastronomici organizzati dalla condotta Slow Food Viterbo e Tuscia, nell’ambito delle attività svolte dalla Camera di Commercio di Viterbo e Rieti nel periodo delle festività natalizie. Gli incontri si svolgeranno presso gli spazi della Sala degli Almadiani, in Piazza Martiri d’Ungheria a Viterbo. Si inizierà giovedì 8 dicembre alle 17 e proseguirà domenica 11 con due laboratori per bambini. Insieme ai formatori Slow Food e alla cuoca dell’alleanza Vittoria Tassoni si prepareranno dolci natalizi e deliziose decorazioni per l’albero di Natale. Entrambe i laboratori si
svolgeranno su due turni pomeridiani, dalle 16 alle 17 e dalle 17:15 alle 18:15 e prevedranno una gustosa merenda finale.
 L’8 dicembre alle 17.00 con il primo show cooking dell’eclettica Irene Volpi, che ci farà
apprezzare il suo Natale, con una reinterpretazione in chiave vegetale dei biscotti della Nonna Iole, a partire dall’amaretto vegetale con la ciliegia di Celleno candita e il Pampepato con miele millefiori da apicoltura nomade laziale.
Venerdì 9 dicembre, un altro show cooking imperdibile condotto dallo chef Salvo Cravero che riguarderà il menù delle feste di Natale. Lo chef preparerà in diretta due piatti, un uovo con l’acquacotta e un risotto con pesto di erbarelle, latte cagliato di capra e tartufo, in cui tradizione ed innovazione saranno miscelati alla perfezione per esaltare i sapori del territorio della Tuscia. Infine, sabato 10 dicembre, con uno show cooking curato da Ezio Gnisci, altro cuoco dell’alleanza, si festeggerà la giornata internazionale del Terra Madre Day, l’evento annuale con cui Slow Food festeggia le produzioni tipiche ed il cibo delle comunità locali. Il menù
proposto, chiamato “A Natale da nonna Angelina”, sarà incentrato su piatti delle feste della tradizione vignanellese. Si potranno gustare crostini di pamparito, capellini in brodo e crucchi di Vignanello per festeggiare insieme il Terra Madre Day che quest’anno ha come tema la rigenerazione del nostro pianeta a partire dal cibo, quello buono, pulito, giusto e sano. Entrambi gli show cooking avranno luogo, sempre presso la Sala degli Almadiani, nel pomeriggio, dalle ore 16:00 alle 19:00. fino al 6 gennaio.

Clicca sulle freccette per scorrere il programma

NATALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *