Monia Achille crea la Pralina con amarena Fabbri e nocciola Tonda Gentile Romana della Tuscia

Presentata al Sigep di Rimini dalla cioccolataia di Corchiano, da oggi in degustazione alla pasticceria Isanti

RIMINI – “Un’esperienza che rifarei subito”. Una dimostrazione da leccarsi i baffi. Non un modo di dire: è quello che è successo veramente sabato al Sigep di Rimini – l’appuntamento più importante al mondo in tema di gelato artigianale e arte del dolce durante la presentazione di Monia Achille, della Pasticceria Cioccolateria Isanti di Corchiano. Ha creato una pralina, l’ha fatta assaggiare al pubblico, ha incassato i meritati complimenti.

Durante l’appuntamento alla Fiera di Rimini, nello spazio di CNA Agroalimentare nazionale, la campionessa di casa nostra nell’arte del cioccolato si è esibita alla ChocoArena. Con il coordinamento del maestro Mirco della Vecchia, cioccolatiere che detiene più Guinness mondiali nel settore della pasticceria e della cioccolateria, CNA ha presentato i grandi maestri cioccolatai, e dalla Tuscia Monia Achille, già medaglia d’oro, argento e bronzo alla competizione mondiale “The International Chocolate Awards” (leggi tutto).

E grazie alle praline, sua specialità, ha presentato al Sigep la sua ultima creazione nata dalla collaborazione con la storica amarena Fabbri. “Sono partita proprio dalla materia prima, l’amarena, creando poi la pralina intorno”. Ma Monia non ha voluto rinunciare a portare anche la sua terra, la Tuscia, e così ha accostato al dolce frutto sciroppato, la nocciola dei monti Cimini, Tonda Gentile Romana dop.

Qualcuno ha detto che questa pralina creava dipendenza, altri che era la più buona che avessero mai mangiato tra quelle all’amarena. È piaciuta anche a Fabbri e al loro tecnico.  Delle 125 disponibili – comprese quelle create sul posto come dimostrazione – non ne è rimasta nessuna”. Quella di sabato scorso è stata la sua prima dimostrazione in pubblico in questo evento. “Per creare la pralina sono stati necessari due giorni di studio del prodotto in laboratorio, poi il coordinamento con Mirco Della Vecchia per presentarlo al meglio”.

Da oggi la pralina “Fabbri” potrà essere degustata alla pasticceria e cioccolateria Isanti di Corchiano, insieme alle tante eccellenze create dalle mani della giovane Monia.

E ci sono anche i complimenti di Alessio Gismondi, presidente della CNA di Viterbo e Civitavecchia: “Monia Achille – commenta – porta alta la bandiera delle imprese del territorio” e noi ce ne eravamo accorti.

B.F.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *